SPORT

Spiegazione del nuovo programma antidoping della UFC

L’UFC ha rivelato i dettagli del suo nuovo programma antidoping, due mesi dopo che la promozione MMA aveva annunciato la fine della sua partnership con l’Agenzia antidoping degli Stati Uniti (USADA).

Il rapporto dell’UFC con Usada è diventato turbolento durante il rinvio del ritorno di Conor McGregor, con l’agenzia antidoping che ha espresso il timore che la promozione concedesse esenzioni all’ex campione. Usada era preoccupata che McGregor sarebbe stato in grado di competere senza aver trascorso sei mesi nel suo pool di test o senza aver restituito almeno due risultati negativi e nessun risultato positivo.

L’UFC ha insistito di non avere intenzione di concedere esenzioni a McGregor, e l’irlandese sta ancora guardando il suo primo incontro da quando si è rotto una gamba nel luglio 2021. La promozione ha annunciato in ottobre che le tensioni tra lui e Usada avrebbero visto la loro relazione in crisi. otto anni sono finiti. nel gennaio 2024, al termine dell’accordo esistente.

Venerdì (29 dicembre), l’UFC ha annunciato i dettagli del suo nuovo programma di test antidroga, che sarà supervisionato da Drug Free Sport International con l’aiuto di George Piro, l’ex agente dell’FBI che ha guidato l’interrogatorio di Saddam Hussein.

“L’obiettivo della politica antidoping di UFC è quello di essere il programma antidoping migliore, più efficace e più progressista in tutti gli sport professionistici”, ha affermato Hunter Campbell, Chief Business Officer di UFC. “L’UFC è orgogliosa dei progressi che abbiamo fatto nel nostro programma antidoping negli ultimi otto anni e continuerà a mantenere un programma di test antidroga gestito in modo indipendente che garantisca che tutti gli atleti UFC competano in circostanze giuste ed eque. Con questa nuova versione del programma, l’UFC ha alzato ancora una volta il livello di salute e sicurezza negli sport da combattimento”.

Jeff Novitzky, Senior Vice President of Athlete Health and Performance di UFC, ha aggiunto: “Questo ultimo programma antidoping UFC è il risultato dei nostri continui sforzi per proteggere gli atleti che gareggiano nell’Ottagono. Questo nuovo programma è il risultato di anni di input, tentativi ed errori da parte dell’UFC, dei nostri atleti e di terze parti che hanno aiutato l’UFC a gestire il programma. La politica antidoping è un documento vivo che continuerà ad evolversi e ad adattarsi quando la scienza supporterà cambiamenti che possano proteggere ulteriormente gli atleti che gareggiano nell’UFC”.

L’UFC ha poi fornito i seguenti dettagli in un comunicato stampa (L’Independent ha evidenziato i dettagli principali in grassetto):

“Raccolta di campioni condotta da Drug Free Sport International

A partire dal 31 dicembre, gli atleti UFC saranno soggetti alla raccolta di campioni senza preavviso da parte della nuova agenzia di raccolta e spedizione di campioni biologici dell’UFC, Drug Free Sport International (DFSI), o da una delle sue affiliate convenzionate. DFSI è un leader globale nel settore antidoping e attualmente raccoglie campioni biologici per organizzazioni sportive professionistiche e amatoriali, tra cui Major League Baseball, National Football League, FIFA, PGA Tour, LPGA Tour, NCAA, Nascar e altre. DFSI ha più di 5.000 addetti alla raccolta in tutto il mondo, che forniranno all’UFC una copertura globale maggiore rispetto al programma precedente. La raccolta di campioni senza preavviso avverrà 365 giorni all’anno, 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. DFSI sarà solo il raccoglitore di campioni nell’ambito del nuovo programma e non avrà alcuna autorità per giudicare le violazioni.

Analisi del campione eseguita dal Laboratorio di Medicina dello Sport e Prove di Ricerca

I campioni degli atleti saranno analizzati presso il Laboratorio di medicina sportiva e ricerca accreditato dall’Agenzia mondiale antidoping (Wada). (SMRTL) a Salt Lake, City, Utah. SMRTL, considerato da molti nel settore il miglior laboratorio di test antidroga al mondo, ha una vasta esperienza nell’analisi dei campioni UFC provenienti dalla precedente iterazione del programma antidoping. Il dottor Daniel Eichner, presidente e direttore del laboratorio di SMRTL, fungerà da consulente scientifico per il nuovo programma. Il dottor Eichner è ampiamente riconosciuto come uno dei principali scienziati antidoping a livello mondiale e sarà coinvolto in modo critico nella strategia di pianificazione dei test, analizzando e interpretando i risultati dei campioni degli atleti. Sotto la supervisione del dottor Eichner, l’SMRTL eseguirà anche la più alta percentuale di test di “analisi speciale” in un programma sportivo professionistico durante tutto l’anno, selezionando sostanze vietate come l’EPO, il testosterone e l’ormone della crescita umano.

Amministrazione e sanzioni supervisionate in modo indipendente da CSAD/George Piro

Amministrazione del Programma antidoping UFC, incluso le decisioni sanzionatorie saranno gestite esclusivamente e indipendentemente da Combat Sports Anti-Doping (CSAD) e dal suo presidente, George Piro, un dirigente senior con oltre 30 anni di distinto servizio nelle forze dell’ordine federali e locali, di cui più di 20 anni presso il Federal Bureau of Investigation (FBI). Nel corso della sua illustre carriera nell’FBI, Piro ha ricoperto incarichi importanti come agente speciale responsabile dell’ufficio locale di Miami; Assistente agente speciale responsabile della sezione antiterrorismo del Washington Field Office; e agente speciale di supervisione/capo della squadra di interrogatori di Saddam Hussein a Baghdad. Piro è anche un campione del mondo no-gi Jiu-Jitsu Masters e conosce bene lo sport delle MMA.

Il CSAD porterà avanti lo spirito indipendente della politica antidoping dell’UFC, in cui nessuna decisione sulla gestione dei risultati o sulle sanzioni sarà presa dall’UFC. Con l’assistenza tecnica del consulente scientifico del programma, il Dr. Daniel Eichner, Il CSAD manterrà tutta l’autorità decisionale nell’ambito del programma, inclusa la valutazione delle violazioni del programma come sospensioni e errori di localizzazione.. Inoltre, CSAD manterrà una “tipline” in cui qualsiasi informazione riguardante l’uso/abuso di farmaci che migliorano le prestazioni all’interno dell’UFC potrà essere segnalata a tipline@csad.org.

Elenco completo delle sostanze proibite

La “Lista dei Proibiti”, in dettaglio quali sostanze sono consentite e quali no rimarranno generalmente le stesse come il programma precedente. I criteri per le sostanze proibite saranno modellati sui programmi Wada in competizione e fuori competizione, con modifiche basate su risultati storici (ad esempio, la marijuana rimossa dall’elenco delle sostanze proibite). Inoltre, verranno stabiliti i limiti di concentrazione decisionale (soglie) che consentiranno il programma distinguere tra casi di uso intenzionale di sostanze vietate e casi derivanti da esposizione involontaria a contaminanti di basso livello.

Nuova piattaforma di localizzazione digitale user-friendly

Gli atleti UFC avranno accesso alla nuova piattaforma di localizzazione UFC per registrare le loro posizioni previste in modo da poter essere facilmente contattati per i test. La nuova piattaforma è più semplice da utilizzare rispetto al sistema precedente e permette all’atleta un accesso semplice e veloce Aggiorna facilmente il tuo file di posizione man mano che la tua posizione cambia a causa delle circostanze col tempo.”