Spel

Si prevede che Microsoft descriverà in dettaglio i giochi Xbox su PlayStation e Nintendo in un podcast questo giovedì

Si prevede che i vertici del gaming di Microsoft delineino i loro piani per pubblicare alcuni giochi Xbox sulle piattaforme PlayStation e Nintendo tramite un aggiornamento aziendale rilasciato questa settimana come podcast.

L’episodio podcast sarà disponibile questo giovedì 15 febbraio alle 20:00 ora del Regno Unito, ovvero alle 15:00 Est o mezzogiorno del Pacifico.

Il capo dei giochi Microsoft Phil Spencer, il presidente di Xbox Sarah Bond e il capo degli studi di gioco Xbox Matt Booty, il principale decisore della divisione giochi dell’azienda, Triforce, condivideranno “aggiornamenti sul business Xbox”, secondo un post del proprietario della piattaforma su X.

Newscast: Perché Microsoft è pronta a lanciare i giochi Xbox su PlayStation? Guardalo su YouTube

Questo aggiornamento arriva dopo ripetute fughe di notizie sui piani di Microsoft di rendere disponibile parte del suo portafoglio di giochi, ma probabilmente non tutto, sulle piattaforme console rivali, un enorme cambiamento di strategia.

La scorsa settimana, la notizia che questa strategia potrebbe potenzialmente estendersi a esclusive di alto profilo come Starfield dell’anno scorso e Indiana Jones e il Grande Cerchio di quest’anno ha suscitato scalpore nella Forza per alcuni fan di Xbox. In effetti, il fatto stesso che queste discussioni interne in corso fossero diventate di dominio pubblico è stato segnalato come un segno di disagio da parte di alcuni membri dello staff Xbox riguardo ai piani.

Non è mai stato chiaro esattamente fino a che punto si spingerà Microsoft con il rilascio dei suoi giochi su piattaforme rivali, e sarà affascinante vedere quanto questi piani in erba sembrano essere cambiati di nuovo dopo le fughe di notizie.

Da un lato ha senso spingere l’uscita di alcuni titoli su altre piattaforme: giochi come Hi-Fi Rush troveranno nuovo pubblico e maggiore apprezzamento, servizi live come Sea of ​​Thieves beneficeranno di un’ondata di i nuovi giocatori e Microsoft Por ovviamente ottengono un’ondata di entrate aggiuntive poiché i fan di Sony devono pagare il prezzo intero per i titoli first-party di Microsoft senza i vantaggi di Game Pass. Dopo aver speso 67,8 miliardi di dollari per Activision Blizzard e aver immediatamente tagliato 1.900 posti di lavoro, è chiaro che Microsoft si sta concentrando molto sui profitti di Xbox in questo momento.

D’altra parte, cos’è una piattaforma console senza le sue esclusive? Perché abbonarsi a Game Pass quando puoi scegliere i giochi che ti interessano davvero e giocarci su PlayStation? E cosa significa questo per il futuro a lungo termine di Xbox nel gaming? Queste sono domande di Phil Spencer e compagnia. Probabilmente cercherà di rispondere alle paure calmate sui social media.

Avremo i dettagli per te giovedì non appena il podcast verrà rilasciato.