SPORT

Roy Hodgson è soddisfatto dei risultati ottenuti dal Crystal Palace, colpito da un infortunio

Roy Hodgson ha rivelato di sentirsi “più che soddisfatto” di ciò che la sua squadra afflitta da infortuni al Crystal Palace ha ottenuto nonostante abbia subito un pareggio nel finale in un pareggio per 1-1 contro il Brighton.

Il sostituto Danny Welbeck ha fatto un cenno al debuttante di casa Dean Henderson all’82esimo minuto per annullare il gol di Jordan Ayew e assicurarsi che il quinto incontro consecutivo dei rivali in Premier League al Selhurst Park finisse esattamente con lo stesso punteggio.

Il Palace, quindicesimo e con nove punti di vantaggio sugli ultimi tre, è ora sette senza vittorie ed è ora lo sfortunato detentore della serie senza vittorie più lunga nella massima serie, avendo superato le sei del Nottingham Forest, e nella prossima trasferta allo Stamford Bridge dopo Natale.

Quando gli è stato chiesto se sentiva qualche pressione in più a causa della recente serie di risultati degli Eagles e del conseguente calo in classifica, Hodgson ha detto: “Beh, suppongo che sia il calcio.

“Se suggerisco che ogni volta che una squadra scende in classifica l’allenatore deve sentirsi sotto pressione, allora suppongo che dovrei sentirmi sotto pressione, ma non credo che i giocatori possano fare molto di più di quello che stanno facendo in questo momento, quindi se questa è pressione, non la sento. Non c’è modo.

“Non dimenticare che la prossima partita è il Chelsea. Voglio dire, la conclusione è che dobbiamo accettare di sapere di cosa siamo capaci. Sappiamo anche che anche se diamo il massimo di ciò di cui siamo capaci, se giochi contro Liverpool, Manchester City e Brighton sarà un compito difficile.

Se dopo queste tre prestazioni puoi sederti qui come faccio io stasera ed essere più che soddisfatto di quello che ha fatto la squadra, forse questo conta di più che dire semplicemente ‘beh, servono i tre punti’, perché chi non lo fa? Ti servono i tre punti? Questa è la conclusione.”

È stato un errore del portiere del Brighton Bart Verbruggen nel consegnare la palla a Michael Olise, che alla fine ha permesso ai padroni di casa di passare la palla ad Ayew per il primo gol allo scadere del primo tempo.

Il Palace era senza il nazionale del Ghana nel pareggio per 2-2 di sabato contro il Manchester City dopo aver ricevuto due cartellini gialli contro il Liverpool e quattro ammonizioni, ed è stato sostituito nel secondo tempo da Eberechi Eze, di ritorno da un infortunio ma, ha ammesso Hodgson: “non così pronti come vorremmo”.

Anche Roberto de Zerbi ha giocato contro il Welbeck più a lungo del previsto, infrangendo il piano originale di giocare quasi 23 minuti anziché un tempo intero.

Ha detto: “Posso dire che abbiamo perso due punti. Sì, se hai visto la partita abbiamo perso due punti, ma per vincere la partita non possiamo commettere quegli errori. Nel primo tempo abbiamo giocato bene, ma senza le energie necessarie per segnare e non dovevamo subire gol.

“Perché lo consideravamo un altro brutto gol e non abbiamo segnato, non abbiamo avuto molte occasioni, solo due grandi occasioni, ma stiamo giocando con tanti giovani e i giovani hanno bisogno di tempo per migliorare, per progredire.

“La politica del Brighton è quella di giocare con molti giovani giocatori e dobbiamo accettarlo ed essere felici, essere pronti a giocare, a lavorare con questi giovani giocatori”.

L’ala del Brighton Kaoru Mitoma ha lasciato Selhurst Park con le stampelle a seguito di un infortunio alla caviglia.