Världsnyheter

Rivisitato: da Blair a Starmer: il percorso del Labour verso il potere, parte 1 – podcast | Notizia

Questa settimana manderemo in onda alcuni dei nostri episodi preferiti. Today in Focus tornerà con nuovi episodi Martedì 2 gennaio 2024.

Nel 1996, il Labour era ben avanti nei sondaggi d’opinione e puntava a una campagna elettorale prevista per l’anno successivo. Il partito era fuori dal potere da 17 anni e si trovava di fronte a un partito conservatore afflitto da scandali, privo di idee e destinato all’oblio. Il partito era guidato da Tony Blair, un ex avvocato che si era posizionato a sinistra del suo partito e aveva vinto battaglie politiche interne ponendosi al centro del partito. Il parallelismo con i nostri tempi difficilmente potrebbe essere più chiaro.

Nella prima delle due parti che ripercorrono questo periodo, il corrispondente politico Kiran Stacey sente coloro che all’epoca stavano intorno a Blair: lo stratega della campagna laburista, Pietro Mandelson; il direttore delle comunicazioni, Alastair Campbell; il capo della politica, David Milliband; il deputato Harriet Harman e consigliere politico Liam Byrne.

Il quadro che dipingono non è di assoluta fiducia nel fatto che il partito laburista fosse sull’orlo di una vittoria schiacciante. Ci sono state lotte intestine, dispute politiche e il nervosismo prevalente riguardo al fatto che falliranno ancora una volta. Tuttavia, il congresso del partito del 1996 fu un punto di svolta e un rafforzamento della fiducia. Sul palco di Blackpool, Blair ha intonato l’inno di Euro 96: “Diciassette anni di sofferenza non ci hanno mai impedito di sognare. Il lavoro torna a casa!



Tony Blair lancia il manifesto laburista per le elezioni generali del 1997 con Margaret Beckett e Gordon Brown

Foto: Specchio della Trinità/Mirrorpix/Alamy

Sostieni il portiere

Il Guardian è editorialmente indipendente. E vogliamo mantenere il nostro giornalismo aperto e accessibile a tutti. Ma abbiamo sempre più bisogno che i nostri lettori finanzino il nostro lavoro.

Sostieni il portiere