SPORT

Punjab Kings: come una squadra IPL sembrava acquistare il “giocatore sbagliato” all’asta

I Punjab Kings hanno dovuto consultare il banditore all’asta della Premier League indiana. Sembrava che avessero comprato il “giocatore sbagliato”.

Il franchise IPL ha acquistato Shashank Singh, 32enne tuttofare in battuta senza limiti, ma potrebbe non essere stato intenzionale. Quando è stato chiamato il giocatore successivo, il franchise sembrava sollevare un problema con il banditore Mallika Sagar, ma gli è stato detto che l’offerta era già stata fatta e non poteva essere modificata.

Quelli dietro i Punjab Kings sembravano aver scambiato Shashank per qualcun altro; tuttavia, si unirà al franchising per un prezzo base di 20 lakh (circa £ 19.000).

Quando è venuto fuori il nome di Shashank, Preity Zinta ha alzato i remi dopo una rapida discussione con la sua squadra, poiché nessun altro franchise ha fatto un’offerta per lui, il martello è caduto e lui è stato venduto.

Il team IPL ha rilasciato una dichiarazione affermando che era solo una questione di confusione, pubblicando su X, precedentemente noto come Twitter, dicendo: “I Punjab Kings vorrebbe chiarire che Shashank Singh è sempre stato nella nostra lista di obiettivi. La confusione era dovuta al fatto che nella lista c’erano 2 giocatori con lo stesso nome. Siamo lieti di averlo a bordo e di vederlo contribuire al nostro successo”.

I Punjab Kings hanno sollevato la questione ma il banditore è rimasto fermo, insistendo affinché il martelletto venisse abbassato e il giocatore fosse aggiunto alla squadra della squadra.

Avrebbe potuto essere la ‘mini asta’ con solo 77 posti rimasti da coprire, l’asta più grande con più posti disponibili avrà luogo solo prima del torneo del 2025, ma l’interesse non è mancato.

È stato un processo lungo e il record per un giocatore di cricket è stato battuto non una ma due volte in rapida successione, prima con la firma di Pat Cummins per i Sunrisers Hyderabad, poi con Mitchell Starc per i Kolkata Knight Riders per £ 2,3 milioni.

Starc non gareggiava nella competizione da otto anni, ma dopo un intenso giro di offerte la quota fu pagata e l’IPL si allontanò ulteriormente dalla concorrenza di altri campionati di franchising. L’IPL è stata valutata come la seconda lega sportiva più preziosa al mondo, dietro la NFL, battendo anche la Premier League.