Världsnyheter

Polonia, Francia e Germania si impegnano a rendere l’Europa più forte mentre crescono i timori su Russia e Trump.

La spinta diplomatica è arrivata dopo che Trump ha scioccato molti in Europa invitando la Russia a invadere qualsiasi membro della NATO che non spenda abbastanza per la propria difesa.

ANNUNCIO

I governi di Polonia, Francia e Germania sono impegnati a fare dell’Europa una potenza di sicurezza e di difesa con una maggiore capacità di sostenere l’Ucraina. La mossa ha assunto urgenza man mano che crescono i timori che l’ex Donald Trump possa tornare alla Casa Bianca e consentire alla Russia di espandere la sua aggressività.

Il primo ministro polacco Donald Tusk, che lunedì ha incontrato il presidente francese Emmanuel Macron a Parigi e il cancelliere tedesco Olaf Scholz a Berlino, ha affermato di voler “rivitalizzare” le relazioni del suo Paese con i principali partner europei.

“Non c’è motivo per cui siamo così chiaramente più deboli militarmente della Russia, e quindi aumentare la produzione e intensificare la nostra cooperazione sono priorità assolutamente indiscutibili”, ha affermato Tusk sostenendo che l’Unione Europea diventi “una potenza militare a pieno titolo”.

La spinta diplomatica è arrivata dopo Trump scioccato molti in Europa questo fine settimana sembrano invitare la Russia a invadere qualsiasi membro della NATO che non spenda abbastanza per la propria difesa.

“’Non hai pagato? Sei un delinquente?’ Trump ha raccontato di averlo detto a un membro della NATO non identificato durante la sua presidenza. “No, non ti proteggerò. In effetti, li incoraggerei a fare quello che vogliono. Devi pagare. Devi pagare le bollette.’”

Le dichiarazioni di Trump durante una manifestazione elettorale sono state particolarmente allarmanti per i paesi della NATO in prima linea, come la Polonia, che ha vissuto l’occupazione tedesca e sovietica durante la seconda guerra mondiale e ha poi trascorso decenni sotto il controllo sovietico.

Interrogato sulle dichiarazioni di Trump, Tusk ha affermato che “dovrebbero fungere da doccia fredda per tutti coloro che continuano a sottovalutare questa minaccia sempre più reale che l’Europa deve affrontare”.

Tusk ha inoltre esortato i paesi europei a investire di più in progetti militari al fine di “realizzare il più rapidamente possibile (…) nei prossimi dodici mesi, capacità di difesa aerea molto maggiori e capacità di produzione molto maggiori in termini di munizioni”.

Anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha criticato i commenti di Trump.

“La promessa di protezione della NATO è illimitata, ‘tutti per uno e uno per tutti'”, ha detto Scholz senza menzionare il nome dell’ex presidente.

“Nessuno può giocare con la sicurezza dell’Europa o ‘occuparsene'”, ha aggiunto il Cancelliere.

Macron, parlando insieme a Tusk a Parigi, ha affermato che la volontà dell’Europa “di fornire di più e rispondere ai bisogni dell’Ucraina è fondamentale”, dopo che i leader dei 27 paesi membri dell’UE hanno concluso un accordo per fornire Ucraina con 50 miliardi di euro per sostenere la sua economia devastata dalla guerra.

Ciò “permetterà di rendere l’Europa una potenza di sicurezza e di difesa complementare alla NATO e pilastro dell’Alleanza Atlantica”, ha affermato Macron.

Le osservazioni di Trump hanno fatto temere che, se fosse rieletto, potrebbe incoraggiare la Russia ad attaccare paesi diversi dall’Ucraina.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha rilasciato domenica una dichiarazione affermando che le osservazioni di Trump mettono maggiormente a rischio le truppe statunitensi e i loro alleati.