SPORT

Mikel Arteta lamenta la prestazione dell’Arsenal in entrambe le aree dopo la sconfitta interna contro il West Ham

Mikel Arteta ha ammesso che la sua squadra non è stata all’altezza in entrambe le aree mentre l’Arsenal è crollato fino alla sconfitta in casa del West Ham e ha perso l’occasione di riconquistare il primo posto in Premier League.

I Gunners restano dietro al Liverpool dopo aver perso 2-0 all’Emirates Stadium in quella che Arteta ha ammesso essere stata una delle notti più frustranti dei suoi quattro anni di mandato come allenatore dell’Arsenal.

Il primo gol di Tomas Soucek – assegnato dopo che il VAR non era riuscito a determinare se tutta la palla fosse andata fuori gioco durante la preparazione – e un colpo di testa nel secondo tempo dell’ex difensore dell’Arsenal Konstantinos Mavropanos hanno regalato agli ospiti una meritata vittoria.

Le cose sarebbero potute andare ancora meglio se Said Benrahma non si fosse fatto parare un rigore da David Raya nei minuti di recupero in una notte in cui Arteta ha applaudito la prestazione del suo avversario.

“Mi congratulo con il West Ham e lodo i miei giocatori. Questo è quello che posso dirvi”, ha detto.

“Questo è il calcio. Quando guardi quanto generiamo in partita, vedere il risultato è molto deludente. Ma loro sono stati migliori di noi in entrambe le categorie. Hanno tirato due tiri, tre i rigori. Ne avevamo 30.

Sono stati migliori di noi in entrambi i box

Mikel Arteta

“Se non segniamo con 30 tiri, allora dobbiamo prenderne 50 o 60 per provare a segnare. Questa è l’unica cosa. Non riesco ad immaginare una partita in cui abbiamo più tocchi in area, più controllo e meno situazioni per l’avversario contro un ottimo West Ham, oggi però non è bastato per vincere la partita”.

Alla domanda se sia stata una delle notti più frustranti della sua carriera manageriale, Arteta ha risposto: “Sì. Ma è il calcio. Normalmente quando la squadra genera così tanto vince le partite.

“È così che abbiamo fatto. Contro il Brighton abbiamo generato tanto e anche contro il Liverpool, ma abbiamo segnato gol in modi diversi.

“Dobbiamo fare un altro passo in quella direzione per vincere le partite più comodamente, questo è certo, perché oggi la squadra merita di vincere la partita. Non c’è dubbio”.

Arteta ha respinto con successo un’accusa della Federcalcio dopo aver criticato l’arbitraggio e il VAR nella sconfitta a Newcastle il mese scorso e questa volta è stato meno esplicito.

Lui, tuttavia, ha suggerito che la tecnologia deve essere più avanzata prima di poter prendere decisioni limitate, aggiungendo: “Stanno dicendo che non è conclusiva. È un peccato che con la tecnologia di cui disponiamo non è così chiaro da poter dire se è fuori o dentro. E ‘fatto. È andato. Non c’è niente che possiamo fare adesso.

Normalmente quando la squadra genera così tanto vince le partite

Mikel Arteta

“Se la tecnologia di cui disponiamo al momento non è abbastanza buona per darci questa risposta, ciò che dobbiamo fare è vincere la partita senza di essa. Con la quantità di situazioni che abbiamo generato nel gioco, ciò avrebbe dovuto essere più che sufficiente”.

Per il West Ham e l’allenatore David Moyes, questo è stato un raro assaggio di vittoria all’Emirates Stadium: Moyes non era riuscito a ottenere la vittoria nelle sue precedenti 72 trasferte di Premier League, contro Arsenal, Chelsea, Liverpool o Manchester United.

Il West Ham era 17esimo all’inizio dell’anno, ma ha vinto l’Europa Conference League e ora è a soli quattro punti dalle prime quattro dopo questa vittoria combattuta e meritata.

Moyes sarà in scadenza di contratto quest’estate ma, nel quarto anniversario della sua riconferma come allenatore del West Ham, ritiene che presto verrà concordato un nuovo accordo.

“Ci stiamo preparando a parlare”, ha detto ad Amazon Prime.

“Non penso che nessuno di noi sia ansioso di farlo troppo in fretta, penso che siamo felici di assicurarci di farlo. Lo faremo, non vedo alcun problema.

“Non siamo una delle migliori squadre. Stiamo cercando di rialzarci e far crescere la squadra. Per il West Ham essere in Europa è un grande momento”.