SPORT

Mikel Arteta ammette che l’Arsenal ha bisogno di un “riavvio” dopo la sconfitta della FA Cup del Liverpool

Mikel Arteta ha ammesso che l’Arsenal ha bisogno di un “reset” psicologico dopo non essere riuscito a sfruttare le proprie possibilità nella sconfitta per 2-0 al terzo turno della FA Cup contro il Liverpool all’Emirates.

I Gunners hanno dominato il primo tempo, ma Jakub Kiwior ha subito un autogol all’80’ prima che la bella conclusione di Luis Diaz nel recupero del secondo tempo fosse sufficiente agli uomini di Jurgen Klopp per ottenere la vittoria.

La squadra di Arteta ora ha solo una vittoria in sette partite in tutte le competizioni e l’allenatore ha concordato che la sua squadra rischia di cadere in un esaurimento nervoso dopo aver fallito nel trovare il tocco finale.

Ha detto: “Probabilmente (è diventato un problema psicologico). Soprattutto dopo oggi, più che contro il Fulham o il West Ham prima di questo. Ecco perché penso che dobbiamo resettare. Questa pausa è buona. Arriva in un buon momento.

“Sentiremo anche quello che proviamo noi e quello che provo io per loro nei momenti difficili. Spero di poterlo vedere anche da altre persone. Quando le cose vanno bene, salgono sul treno. Adesso le cose sono difficili, vediamo a che punto sono.

L’Arsenal si è lamentato delle occasioni mancate nell’uscita dalla FA Cup

(AP)

“Non abbiamo capitalizzato. Non solo oggi, ma anche nelle ultime partite. Ecco perché non vinciamo le partite. A livello di merito non c’è dubbio che meritiamo di vincere le partite, ma i risultati sono molto diversi.

“Ma quando la mia squadra gioca con quel coraggio e quell’atteggiamento contro probabilmente la migliore squadra d’Europa in questo momento in termini di dinamica, cosa posso fare se non sostenerli e sostenerli?

“Ciò che dobbiamo fare ora è supportare questi giocatori, dare loro un po’ di amore, allenarli e assicurarci che immaginino qualcosa di molto diverso da ciò che sta realmente accadendo ora. L’hanno fatto. Non reinventiamo la ruota, perché lo hanno fatto”.

L’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp è stato felicissimo della risposta della sua squadra nel secondo tempo, ma ha respinto qualsiasi suggerimento secondo cui avrebbe potuto vedere il risultato come un presagio della corsa al titolo della Premier League, o addirittura un aumento della fiducia dei Reds in questa ricerca.

Ha detto di no. Non posso (leggere). Ciò non significa che chiunque possa farlo, ma io no. Non abbiamo problemi con la fede e la fiducia, non siamo veramente preoccupati per le cose di cui parli perché possiamo leggere il calendario.

“Vediamo che è gennaio; Fuori fa freddo, cose del genere, e devi solo stare al caldo e giocare al meglio che puoi, ed è quello che proviamo.

Il Liverpool ha festeggiato il raggiungimento del quarto turno nel nord di Londra

(Immagini Getty)

Klopp è stato più aperto riguardo alla sua squadra, citando un elenco di infortuni e assenti tra cui Virgil van Dijk, che è stato escluso per malattia prima della partita, ma rimane un ritorno “fiducioso” per l’andata della semifinale della Carabao Cup di mercoledì. contro il Fulham.

Ha aggiunto: “È una partita difficile, nessuno viene all’Arsenal e vince così (schiocca le dita), quindi in questa partita ci saranno momenti difficili (e) se iniziamo in quei momenti – cosa che spesso fanno gli umani – (guardando) a scuse e poi ci rendiamo conto chi altro non c’è, è normale che abbiamo questi problemi, poi siamo fregati.

“Ma se conosci questo genere di cose, puoi evitarle – ed è quello che abbiamo fatto. I ragazzi, almeno nella ripresa, si sono divertiti. Questo è davvero fantastico. Rimanere in una partita che sembrava così nel primo tempo e poi trasformarsi in una partita è una cosa molto speciale da fare.