SPORT

Mauricio Pochettino si rammarica della mancanza di crudeltà del Chelsea dopo la sconfitta dei Wolves

Mauricio Pochettino ha lamentato la mancanza di spietatezza del Chelsea sotto porta dopo che una raffica di occasioni sprecate ha contribuito alla sconfitta per 2-1 contro i Wolves al Molineux.

Mario Lemina porta in vantaggio i padroni di casa all’inizio del secondo tempo, segnando di testa sull’angolo più lontano di Pablo Sarabia dopo che la difesa ospite non era riuscita a fare un serio tentativo di respingere la palla.

È stata una giusta ricompensa dopo un primo tempo in cui la squadra di Gary O’Neil ha tenuto bene il Chelsea, anche se è stata aiutata in modo significativo nel suo compito da conclusioni sbagliate, in particolare da Raheem Sterling, che ha sprecato un’occasione d’oro tirando direttamente a José Sa. dal lanciare Cole Palmer per un tap-in.

Si è trattato di un inspiegabile errore di valutazione da parte dell’attaccante inglese, che dopo un inizio vivace è apparso frustrato per tutto il resto della partita, culminato con un cartellino giallo per simulazione nei momenti finali, quando ha chiesto un rigore.

Il Chelsea ha effettuato 16 tiri in porta, ma ha messo alla prova Sa solo di rado poiché anche in questa stagione non sono stati sfruttati il ​​possesso di palla in area e i tiri in porta decenti.

Matt Doherty ha segnato il secondo gol al terzo minuto di recupero dopo un terribile passaggio di Benoit Badiashile.

Quando il sostituto Christopher Nkunku ha segnato di testa il suo primo gol al Chelsea al suo debutto in Premier League, pochi tifosi ospiti sono rimasti a Molineux a guardare.

“Abbiamo sbagliato, dobbiamo dare la colpa a noi stessi”, ha detto Pochettino. “Ecco perché oggi non abbiamo vinto, perché nel primo tempo abbiamo avuto occasioni da gol. In Premier League, se non siamo abbastanza cinici quando abbiamo opportunità, possiamo sempre subire gol.

“Non abbiamo giocato nei primi cinque minuti del secondo tempo, abbiamo concesso tanti calci d’angolo. In questi momenti si tratta di competere meglio ed essere più forti.

“Sono d’accordo che siamo i nostri nemici. Non voglio togliere il merito ai Lupi. Hanno segnato e hanno fatto il loro lavoro. Ma nel primo tempo eravamo la squadra migliore. E a causa della mancanza di capacità di segnare non abbiamo vinto la partita.

I Wolves hanno faticato dopo che O’Neil ha sostituito l’ex allenatore Julen Lopetegui giorni prima dell’inizio della stagione, con restrizioni finanziarie imposte alle loro attività di trasferimento dalle norme del Fair Play finanziario durante l’estate.

Ora sono a pari punti in classifica, con il Chelsea che vanta un record quasi identico in campionato nonostante la squadra di Pochettino abbia speso più di 1 miliardo di sterline in acquisti negli ultimi 18 mesi.

Uno dei grandi acquisti dell’estate, Nicolas Jackson, che è costato 32 milioni di sterline dal Villarreal ma ha segnato solo sette volte in Premier League, è stato accolto con applausi derisori dai tifosi ospiti quando è stato sostituito, con la frustrazione crescente per la sua forma irregolare e incoerente. da quando sono arrivato a Stamford Bridge.

Puoi accettare la frustrazione dei fan. Ma bisogna dare la colpa a tutti insieme. Il calcio è uno sport di squadra e non possiamo biasimarne solo uno.

Maurizio Pochettino

“Non ho ascoltato i tifosi”, ha detto Pochettino. “(Ma) è sempre una questione di aspettative, di come gestirle. Un attaccante che arriva alla sua età, in un campionato nuovo come la Premier League, è (importante) non dargli torto.

“Puoi accettare la frustrazione dei tifosi. Ma bisogna dare la colpa a tutti insieme. Il calcio è uno sport di squadra e non possiamo biasimarne solo uno.

“Ma è giovane, è la sua prima stagione in Premier League e le aspettative sono grandissime. C’è pressione per giocare per il Chelsea”.

Il boss dei Wolves O’Neil ha riflettuto su una partita che la sua squadra meritava di vincere nonostante avesse a disposizione una panchina inesperta con giocatori indisponibili.

“È stata una giornata dura per noi con la chiamata del medico questa mattina per una malattia”, ha detto. “Ho dovuto chiamare all’ultimo minuto alcuni giovani per formare il cast.

“Andando contro quello che aveva il Chelsea, soprattutto verso la fine della partita, ho pensato che sarebbe potuto essere complicato per noi quando abbiamo iniziato ad stancarci.

“Ma i ragazzi sono riusciti a fare un’altra prestazione fantastica qui davanti ai tifosi di casa e abbiamo davvero meritato la vittoria”.