SPORT

Marco Silva dice che Bernd Leno “ha toccato il raccattapalle, non lo ha spinto”

L’allenatore del Fulham Marco Silva ha insistito sul fatto che il suo portiere Bernd Leno “ha toccato” ma “non ha spinto” un raccattapalle durante la sconfitta per 3-0 dei Cottagers a Bournemouth.

L’incidente nel secondo tempo si è verificato quando Leno è andato a prendere la palla dalla mano tesa del giovane prima di usare la propria mano per entrare in contatto deliberato con la spalla del raccattapalle, che sembrava fare un passo indietro per mantenere l’equilibrio.

Leno, che sembrava infastidito dalla velocità con cui veniva restituita la palla e aveva già ricevuto un cartellino giallo, è stato bersaglio di un coro di fischi.

Il 31enne tedesco è poi tornato per scusarsi con il ragazzo per l’incontro, anche se il suo manager ha insistito che l’interazione fosse stata esagerata.

Silva ha detto: “Lo hai visto spingere? Non l’ho visto. Sì, si è scusato. Ne ho parlato con Bernd.

“È chiaro che dopo quel momento sia andato a parlare con il ragazzo da grande professionista qual è, da giocatore di grande esperienza quale è.

“Voleva giocare veloce. I raccattapalle, non so chi ha dato loro istruzioni di tenere sempre la palla per ritardare nuovamente l’inizio del gioco. OK, stiamo perdendo, ha corso per la palla. Non l’ho visto spingere.

“Ha toccato il raccattapalle, non lo ha spinto. Le cose sono diverse quando tocchi un raccattapalle o spingi un raccattapalle. Non sono inglese, ma conosco la differenza tra una parola e l’altra e in quel momento dobbiamo dire la verità”.

L’agenzia di stampa PA ritiene che non verrà intrapresa alcuna azione in relazione all’incidente.

È stato il punto più basso di un pomeriggio frustrante per gli uomini di Silva, rimasti in svantaggio quando Justin Kluivert ha segnato allo scadere dell’intervallo e un rigore concesso inutilmente da João Palhinha ha permesso a Dominic Solanke di segnare il suo 12esimo gol della stagione di Premier League – già più di quanto ha registrato nelle sue prime 96 partite nella competizione.

Luis Sinisterra ha segnato il terzo gol nei minuti di recupero mentre i Cherries hanno esteso la loro serie di imbattibilità a sette e hanno consegnato al Fulham la terza sconfitta consecutiva dopo le vittorie consecutive per 5-0 all’inizio del mese.

Alla domanda se si fosse lamentato di quello che considerava un ritardo intenzionale da parte dei raccattapalle, Silva ha risposto: “Ero così arrabbiato con la nostra prestazione che non avevo nemmeno l’energia per iniziare a lamentarmi”.

L’allenatore del Bournemouth Andoni Iraola, che ha assistito dalla tribuna mentre scontava una squalifica dalla linea laterale, ha detto di non aver visto un replay dell’incidente ma, quando è stato chiesto se ai raccattapalle fosse stato detto di rallentare, ha risposto: “No, no. c’è sicuramente nessuna istruzione, questo è sicuro. Lo posso garantire.

“Non so esattamente cosa sia successo, ma penso che tutti dovrebbero assolutamente stare attenti perché questi sono ragazzi che stanno cercando di aiutare tutti, non solo Bournemouth.”

I Cherries si recheranno al Tottenham alla vigilia di Capodanno dopo aver preso 19 punti sugli ultimi 21 disponibili e aver eguagliato il loro record di imbattibilità più lungo in Premier League nel 2017-18.

“Vogliamo continuare”, ha detto Iraola. “Non siamo così male come sembravamo all’inizio della stagione, non siamo così bravi come sembriamo adesso, probabilmente oggi. Siamo da qualche parte nel mezzo”.