SPORT

L’inverno bianconero dell’Inghilterra si conclude con una nota negativa con la sconfitta in serie contro le Indie occidentali

Il miserabile inverno da palla bianca dell’Inghilterra si è concluso con una nota opportunamente bassa dopo aver perso la partita decisiva della serie T20 contro le Indie occidentali allo stadio Brian Lara di Tarouba.

Due giorni dopo aver ottenuto il totale T20 più alto di 267 su tre, l’Inghilterra è scesa a 132 in 19,3 over sullo stesso campo, il che era molto più difficile da battere poiché solo Phil Salt poteva farcela.

Ha seguito i suoi centinaia di punteggi consecutivi con 38 palloni su 22, ma è stato lanciato da una pesca di Gudakesh Motie, che ne ha presi tre su 24 ed è stato l’architetto della vittoria a quattro wicket dei Windies.

Motie ha condiviso cinque dei primi sei wicket dell’Inghilterra con il suo compagno lento mancino Akeal Hosein per lasciare i padroni di casa con un inseguimento irrisorio, anche se Reece Topley ne ha presi due per 17 e Adil Rashid due per 21 in risposta.

Non è stata una passeggiata, ma i cameo di Johnson Charles (27) e Sherfane Rutherford (30) sono stati seguiti da Shai Hope che ha preso il testimone con un efficiente 43 run-a-ball non eliminato, sigillando una vittoria per 3-2 nella serie in grande stile con un sei.

L’Inghilterra è rimontata da 2-0 per forzare uno scontro “chi vince prende tutto”, quindi ci sono alcuni aspetti positivi su cui possono basarsi prima del loro ritorno nei Caraibi e negli Stati Uniti per la Coppa del Mondo T20 del 2024.

Ma hanno fatto seguito all’uscita dalla fase a gironi della Coppa del Mondo con le sconfitte nelle serie ODI e T20 contro i Windies, che hanno fornito una prestazione molto più disciplinata con la palla dopo essere stati scorticati per tutta l’ultima volta.

Jos Buttler ha lanciato un lancio molto completo con la gamba corta e fine, mentre Hosein ha ottenuto la sua vendetta dopo essere stato eliminato per sei da Will Jacks, a cui è stata lanciata la palla successiva con una palla più veloce che è scivolata.

Motie ha fatto lo stesso con Salt, che era ancora affamato di corse e sembrava un vantaggio con cinque quattro fuori e un brutale alto sei su lungo con il braccio sinistro lento. Ma la palla successiva andò alla gamba e poi girò bruscamente e strappò il moncone centrale, colpendo la mazza di Salt e lasciandolo incredulo.

Il tentativo di spazzata all’indietro di Harry Brook da Motie ha preso il comando, lasciando Liam Livingstone e Moeen Ali ricostruiti in una posizione pesante di 40 punti su 38 consegne. I due sono passati attraverso la corda, ma non sono riusciti a scattare.

Moeen ha realizzato 21 e Livingstone ha offerto una docile presa di ritorno su 28 per dare a Motie il suo terzo è stato l’inizio di un collasso dell’Inghilterra che li ha visti perdere gli ultimi cinque wicket in 19 palline per 11 punti.

L’aggiunta di soli 62 over negli ultimi 11,3 over ha lasciato l’Inghilterra in difficoltà, ma Topley si è connesso con un tiro falso di Brandon King, mentre Nicholas Pooran non è riuscito a capitalizzare il balzo di Chris Woakes ed è avanzato.

Charles ha segnato il suo debutto nella serie con dei robusti sei ma ha mancato un lancio completo di Rashid lasciando i Windies a 62 per tre a metà percorso e la partita in bilico.

Rutherford ha battuto Rashid alla lunga e ha frustato Sam Curran per altri sei prima di schiaffeggiare in una copertura extra, ma Hope stava ancorando l’inseguimento, evitando il rischio ma riducendo l’obiettivo.

Curran ha lanciato un eccellente penultimo over, subendone solo due e convincendo Andre Russell a pareggiare per lasciare 10 palle necessarie dalle ultime sei palle, con Woakes fiducioso alla morte.

Jason Holder ha visto un crudele splash interno mentre ne raccoglieva tre prima che Hope sferrasse il colpo di grazia scolpendo una palla più piena e più ampia oltre il confine del punto profondo per portare i Windies oltre la linea con quattro consegne in anticipo.