Världsnyheter

Le navi commerciali possono nuovamente attraversare in sicurezza il Mar Rosso: “notizia molto gradita” – Nazionale

Le navi commerciali possono ora attraversare in sicurezza il mar Rosso con l’aiuto di una nuova iniziativa sulla sicurezza, ha annunciato la più grande compagnia di navigazione del mondo.

Maersk ha dichiarato in un comunicato stampa di domenica di aver ricevuto conferma che l’operazione Prosperity Guardian (OPG) guidata dagli Stati Uniti è stata istituita e dispiegata, consentendo al commercio di attraversare in sicurezza il Mar Rosso utilizzando il canale di Suez come porta tra l’Asia e l’Asia. Europa.

“Questa è un’ottima notizia per l’intero settore e per la funzionalità del commercio globale”, Maersk detto nel comunicato.

Il segretario alla Difesa americano Lloyd Austin ha annunciato l’iniziativa multinazionale sulla sicurezza all’inizio di questo mese, affermando in una dichiarazione che l’OPG è necessario per affrontare “la recente escalation di sconsiderati attacchi Houthi dallo Yemen”.

L’operazione mira a proteggere le navi commerciali che attraversano il Mar Rosso dai crescenti attacchi missilistici e droni da parte dei ribelli Houthi sostenuti dall’Iran nello Yemen. che minacciavano il commercio mondiale.

La storia continua sotto la pubblicità

Un funzionario del governo canadese ha dichiarato a Global News la settimana scorsa che il Canada avrebbe schierato “una manciata di personale” nella regione “nei prossimi giorni” come parte della missione.


Clicca per riprodurre il video: “Il colosso petrolifero BP si unisce alla crescente lista di aziende che sospendono le spedizioni verso il Mar Rosso”


Il colosso petrolifero BP si aggiunge alla lista sempre più numerosa di aziende che sospendono le spedizioni verso il Mar Rosso


Gli Houthi, sostenuti dall’Iran, hanno preso di mira le navi legate a Israele da quando Israele ha iniziato la sua risposta militare ai brutali attacchi di Hamas il 7 ottobre. Ma questi attacchi si sono intensificati nelle ultime settimane, con missili balistici e proiettili lanciati da droni che hanno colpito o semplicemente mancato navi senza collegamenti chiari.

Ricevi le ultime notizie nazionali.

Inviato al tuo indirizzo email, ogni giorno.

La gravità degli attacchi, molti dei quali hanno danneggiato navi, ha portato diverse compagnie di navigazione a ordinare le loro navi riorientarsi o restare fermi e non entrare nello stretto di Bab el-Mandab finché la situazione della sicurezza non sarà risolta.

La compagnia petrolifera e del gas con sede a Londra BP ha dichiarato all’inizio di questo mese di aver “deciso di sospendere temporaneamente tutti i transiti attraverso il Mar Rosso”, comprese le spedizioni di petrolio, gas naturale liquefatto e altre forniture energetiche.

La storia continua sotto la pubblicità

Circa il 10% delle merci mondiali passano attraverso il Mar Rosso, che si estende dallo stretto di Bab el-Mandab a sud fino al Canale di Suez a nord. È una delle rotte commerciali più preziose che collega l’Asia con l’Europa e il Nord America.

Con l’OPG in funzione, Maersk afferma che sta lavorando per inviare le prime navi non appena operativamente possibile. Anche se sta ancora valutando «gli effetti immediati della delibera».

“Sebbene siano in atto misure di sicurezza per consentire alle nostre navi di transitare nel Mar Rosso/Golfo di Aden, il rischio complessivo nell’area non è eliminato in questa fase. Maersk non esiterà a rivalutare la situazione e a riavviare piani di diversione se lo riterremo necessario per la sicurezza dei nostri marinai”, ha aggiunto.

–con file di Sean Boynton di Global News.

&copia 2023 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.