Världsnyheter

Le azioni di Affirm sono quintuplicate quest’anno, battendo tutte le sue concorrenti tecnologiche

Drew Angerer/Getty Images

Un anno fa l’allegria natalizia era scarsa Affermare. L’istituto di credito del punto vendita si trovava ad affrontare l’aumento dei tassi di interesse, i timori di recessione e l’indebolimento della spesa al consumo. Le azioni di Affirm hanno chiuso il 2022 in ribasso del 90%, spazzando via miliardi di dollari in valore di mercato.

Gli investitori assertivi chiudono il 2023 con uno stato d’animo molto diverso.

Alla chiusura di mercoledì, il titolo è cresciuto del 430% nel 2023, sovraperformando tutte le altre società tecnologiche statunitensi valutate almeno 5 miliardi di dollari. Il secondo miglior interprete è stato CoinBaseche è salito del 423%, in gran parte grazie al rimbalzo del bitcoin.

Mentre la Federal Reserve prepara il terreno tagli dei tassi di interesse Poiché il prossimo anno vedrà sempre più rivenditori aderire alle offerte Acquista ora, Paga dopo o BNPL di Affirm, il timore di uno scenario apocalittico per l’azienda è svanito. Le azioni di Affirm hanno visto un grande impulso a novembre dopo la società inchiostro una partnership ampliata con Amazzoniae acquisti BNPL raggiunto un livello record nel Cyber ​​Monday.

“L’aspettativa era che i consumatori sarebbero stati fritti, la disoccupazione sarebbe aumentata e i tassi di interesse più alti avrebbero distrutto tutto, e invece è successo l’esatto contrario su tutti i fronti”, ha detto Tom Hayes, presidente di Great Hill Capital, che non crede nell’attuale situazione. situazione. Non ho alcuna posizione sul titolo. “Ecco perché esiste uno scenario in cui Affirm può iniziare a funzionare”.

Creato nel 2012 da PayPal co-fondatore Max Levchin, Affirm compete con aziende come Klarna, I blocchi Postepay e Zip nel mercato BNPL in forte espansione. Gli acquirenti che scelgono di pagare con un servizio BNPL dividono il proprio acquisto in quattro o più rate, in genere in un periodo compreso tra tre mesi e un anno, senza maturare interessi composti. I finanziatori guadagnano attraverso il pagamento degli interessi e addebitando commissioni ai commercianti per offrire i loro servizi di prestito.

I rivenditori ne stanno approfittando offrendo ai consumatori un’altra opzione per acquistare uno skateboard, un orologio o un regalo per un membro della famiglia, e una che potrebbe comportare meno shock da adesivo, portando a meno carrelli abbandonati.

Affermare lo slancio

Affirm ha fatto il suo debutto sul mercato pubblico sul Nasdaq nel gennaio 2021, poiché la pandemia di Covid-19 ha portato ad un aumento dell’adozione dei servizi BNPL. Gli acquirenti che hanno ricevuto assegni di stimolo hanno utilizzato i piccoli prestiti per acquistare abbigliamento, dispositivi elettronici e altro ancora Plotone cyclette, che a un certo punto rappresentava il 30% delle entrate di Affirm. I negozi online si sono affrettati ad aggiungere BNPL come opzione durante il pagamento.

Ma all’inizio del 2022, il prezzo delle azioni di Affirm era sceso di oltre il 60% rispetto al picco del 2021. Il resto dell’anno è stato altrettanto desolante, poiché l’impennata dei tassi di interesse ha reso più costoso per Affirm prendere in prestito denaro per finanziare prestiti rateali. Nel febbraio 2023, Affirm taglia 19% della sua forza lavoro e dei suoi dirigenti dice le sfide macroeconomiche e il “sentiment negativo dei consumatori” probabilmente persisteranno per il resto dell’anno fiscale.

Affermare che le azioni salgono sull'accordo

Si è scoperto che erano troppo pessimisti.

Le azioni di Affermare hanno iniziato a salire in agosto dopo la chiusura fiscale della società. rapporto sugli utili del quarto trimestre. La società ha stipulato nuove transazioni con commercianti in settori oltre la vendita al dettaglio, come viaggi, wireless, biglietteria e assistenza sanitaria. Il titolo è più che raddoppiato nel quarto trimestre, sostenuto da un annuncio la settimana scorsa a cui Affirm offrirebbe prestiti BNPL Walmartterminali di pagamento automatici.

Nonostante il loro drammatico rimbalzo, le azioni Affirm sono inferiori di circa il 70% rispetto al massimo di novembre 2021.

Guardando al 2024, gli istituti di credito BNPL si troveranno ad affrontare un rallentamento dell’inflazione e un contesto ottimistico sui tassi di interesse.

Dan Dolev, amministratore delegato di Mizuho Securities, ha affermato che Affirm è in una buona posizione per fidelizzare gli utenti. Ha evidenziato le nuove offerte dei commercianti e il mercato in crescita per le offerte BNPL nei negozi fisici. Affermare dice 16,9 milioni di persone hanno utilizzato i suoi servizi e l’azienda ha più di 266.000 partner commerciali.

Affirm sta pianificando un’espansione internazionale e ha lanciato una carta di debito che consente ai clienti di pagare in anticipo o a rate. Affirm ha annunciato durante l’Investor Day il mese scorso che prevede di introdurre un conto di spesa collegato alla sua carta di debito che consentirà l’accesso agli sportelli bancomat e la funzionalità di deposito diretto.

“Il prossimo anno o due sarà qualcosa di molto diverso”, ha detto Dolev, che ha un rating di acquisto sulle azioni Affirm. “Ora hanno il marchio, e cosa ne faranno? Lo trasformeranno in una vera e propria società di servizi finanziari.”

“Davide contro Golia”

Hayes vede altri motivi per essere scettici. Ha detto che Affirm ha dovuto affrontare una “dura battaglia” competendo con operatori affermati come PayPal e Block, così come con società di carte di credito come American Express, Citi E A caccia che si sono lanciati in prestiti rateali.

“È Davide contro Golia e Golia vincerà”, ha detto Hayes.

Hayes ha affermato che Affirm sta seguendo un percorso simile a quello del prestatore online SoFiprovando “ad avere mille progetti diversi, e a dire che siamo grandi quanto JP Morganma alla fine, semplicemente non funzionerà. »

Gli istituti di credito BNPL si trovano inoltre ad affrontare un rischio maggiore che gli utenti non effettuino i pagamenti in tempo. UN Rapporto di marzo dal Consumer Financial Protection Bureau ha rilevato che gli utenti BNPL avevano in media maggiori probabilità di avere livelli più elevati di debito sulle carte di credito. I mutuatari BNPL tendono anche ad avere punteggi di credito più bassi, ha affermato il CFPB, con un punteggio medio compreso tra 580 e 669.

La schermata iniziale del sito web Affirm viene visualizzata su un laptop in una fotografia scattata a Little Falls, nel New Jersey, il 9 dicembre 2020.

Gabby Jones | Bloomberg | Immagini Getty

Un portavoce di Affirm non ha commentato questa storia, ma ha fatto riferimento ai precedenti commenti dei dirigenti dell’azienda.

“Man mano che la nostra rete cresce, i nostri fossati si approfondiscono”, ha detto Levchin al forum degli investitori della società a novembre. “Stiamo ottenendo più dati. Stiamo sottoscrivendo più accordi. Stiamo incontrando più persone.”

I difetti di Affirm rimangono bassi rispetto agli standard del settore. Tassi medi di delinquenza per colleghi, come ad esempio Club dei prestitiSoFi, Raggiunto E OneMain finanziarioè aumentato dal 5,7% al 6,3% tra gennaio e novembre, mentre il tasso di insolvenza di Affirm è aumentato dal 2,8% al 2,6%, hanno scritto gli analisti di Jefferies in un rapporto il mese scorso.

Affirm afferma di basare le decisioni di prestito su una varietà di dati oltre al punteggio di credito dell’utente.

“Il nostro processo prevede la revisione dei dati del rapporto di credito, ma potrebbe anche coinvolgere aspetti specifici di Affirm, come ciò che sappiamo del commerciante e ciò che sta per venderti”, Levchin detto in un comunicato stampa L’anno scorso.

Con la crescita dell’adozione di BNPL, le autorità di regolamentazione stanno monitorando attentamente lo spazio. La settimana scorsa, tre senatori americani scrivere una lettera al CFPB che esorta l’agenzia a monitorare l’aumento dell’utilizzo di BNPL durante le vacanze, affermando che ciò potrebbe lasciare i consumatori sovraccaricati. Il CFPB annuncio nel settembre 2022 sottoporrà BNPL a una supervisione più rigorosa, come le società di carte di credito.

Wells Fargo ha pubblicato un rapporto all’inizio di questo mese descrivendo i prestiti BNPL come “debito fantasma” che potrebbe cullare “i consumatori in una falsa sicurezza in cui molti piccoli pagamenti si sommano a un grande problema”. Allo stato attuale, il settore “non rappresenta ancora un grosso problema per la spesa dei consumatori”, hanno scritto gli economisti di Wells Fargo Tim Quinlan e Shannon Seery Grein.

Poiché i prestiti BNPL non sono attualmente segnalati alle principali agenzie di informazione creditizia, scrivono, “non c’è modo di sapere quando questo debito fantasma potrebbe creare problemi sostanziali ai consumatori e all’economia nel suo insieme.

OROLOGIO: Tendenze dei pagamenti per il 2024

Tendenze dei pagamenti per il 2024: acquista ora, paga dopo, boom

Non perdere queste storie da CNBC PRO: