Världsnyheter

L’azienda ha pagato 35 milioni di dollari dopo che i truffatori hanno organizzato una videochiamata con il direttore finanziario e i colleghi di Deepfake – National

Una multinazionale di Hong Kong ha perso 200 milioni di dollari di Hong Kong (circa 34,5 milioni di dollari canadesi) dopo che un impiegato finanziario della società è stato preso di mira da truffatori che utilizzavano l’intelligenza artificiale, dando vita ad una falsa videoconferenza con molti falso profondo colleghi.

La polizia ha discusso i dettagli dell’incidente, senza nominare l’azienda o il lavoratore coinvolto, in una conferenza stampa per avvisare il pubblico di questa nuova truffa.

Baron Chan, sovrintendente senior dell’Ufficio per la sicurezza informatica e la criminalità tecnologica della polizia di Hong Kong, ha affermato che la truffa è iniziata il mese scorso quando il lavoratore ha ricevuto un’e-mail, presumibilmente dal Chief Financial Officer (CFO) della società con sede nel Regno Unito.

La mail riguardava una “transazione segreta” che doveva essere effettuata, secondo il Posta del mattino della Cina meridionale. Il dipendente ha avuto un primo “momento di dubbio” poiché l’e-mail sembrava essere una truffa di phishing, ma alla fine è stato ingannato dopo che il falso direttore finanziario lo ha invitato a una videoconferenza.

La storia continua sotto la pubblicità

Durante la chiamata sembrava che ci fossero molti altri colleghi che il dipendente aveva riconosciuto: sembravano addirittura veri colleghi. Ma non erano colleghi della persona; non erano affatto persone. Si trattava di deepfake, un tipo di media sintetico creato utilizzando l’apprendimento automatico in grado di imitare l’aspetto e il linguaggio di una persona. Alla teleconferenza erano presenti anche un direttore finanziario ricreato digitalmente e alcuni sconosciuti.

Ricevi le ultime notizie nazionali.

Inviato al tuo indirizzo email, ogni giorno.

“Poiché le persone presenti nella videoconferenza sembravano persone reali, (il dipendente)… ha effettuato 15 transazioni come indicato in cinque conti bancari locali, per un totale di 200 milioni di dollari di Hong Kong”, ha detto Chan in conferenza stampa. trasmesso dalla Radio Television Hong Kong.

“Penso che il truffatore abbia caricato i video in anticipo e poi abbia utilizzato l’intelligenza artificiale per aggiungere voci false da utilizzare durante la videoconferenza”, ha aggiunto Chan.

Gli esperti hanno avvertito che la generazione di voce e video tramite intelligenza artificiale sta diventando sempre più accessibile man mano che la tecnologia migliora. In precedenza, erano necessarie molte registrazioni per creare una voce clonata credibile, ma ora bastano solo pochi secondi di parlato registrato. Qualsiasi video pubblico può essere utilizzato per addestrare un modello di intelligenza artificiale a imitare la voce e l’aspetto di una persona.

La storia continua sotto la pubblicità

“Vogliamo allertare il pubblico su queste nuove tattiche di inganno. In passato, pensavamo che queste truffe coinvolgessero solo due persone in situazioni individuali, ma in questo caso possiamo vedere che i truffatori sono in grado di utilizzare la tecnologia AI durante gli incontri faccia a faccia. Quindi le persone devono essere vigili anche negli incontri con molti partecipanti”, ha detto Chan.

Il dipendente truffato si è accorto del suo errore solo una settimana dopo, quando si è presentato presso la sede dell’azienda. Durante questo periodo, i truffatori sono rimasti in contatto con la vittima tramite messaggistica istantanea, e-mail e videochiamate individuali.

La polizia ha anche rivelato che una manciata di altri lavoratori dell’azienda sono stati contattati dai truffatori, sebbene i dettagli di tali interazioni non siano stati divulgati.

Chan ha detto che durante la falsa videochiamata, i truffatori hanno chiesto al dipendente di presentarsi, ma non c’è mai stata una conversazione diretta tra i colleghi del deepfake e la vittima. La maggior parte dei colleghi generati dall’intelligenza artificiale hanno dato ordini prima della fine del breve incontro, riferisce il South China Morning Post.

La polizia di Hong Kong consiglia ai dipendenti di confermare i dettagli delle transazioni commerciali attraverso canali di comunicazione regolari e di essere sospettosi ogni volta che si tratta di denaro, per evitare tali truffe basate sull’intelligenza artificiale.

La polizia sta ancora indagando sull’incidente e finora non è stato effettuato alcun arresto.

&copia 2024 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.