FILM

La star di ‘Parasite’, l’attore sudcoreano aveva 48 anni

Lee Sun-kyun, un attore sudcoreano che ha recitato nel premio Oscar come miglior film del 2020 “Parasite”, è morto mercoledì mattina, secondo l’Associated Press e l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Aveva 48 anni.

Secondo l’AP, è stato trovato morto in un’auto in un parco centrale a Seoul. La polizia stava cercando Lee dopo che la sua famiglia aveva affermato che aveva scritto una lettera di suicidio ed era uscito di casa mercoledì mattina.

Lee è stato recentemente indagato dalla polizia per presunto uso illegale di droghe. L’agenzia di polizia metropolitana di Incheon in Corea del Sud stava indagando su Lee e altri sette per presunto uso di droga; Lee ha affermato di essere stato vittima di ricatto da parte di un’altra persona indagata e di aver perso centinaia di migliaia di dollari a causa dell’estorsione. Secondo Yonhap, la polizia ha interrogato Lee tre volte sabato scorso per il suo presunto uso di marijuana e altre droghe a casa della padrona di casa in un bar di lusso a Seoul, diverse volte all’inizio di quest’anno. Ha affermato di essere stato ingannato e di non sapere cosa stava prendendo.

Nel 2020, “Parasite” ha vinto quattro Oscar, tra cui miglior film, regia per Bong Joon-ho, sceneggiatura originale e lungometraggio internazionale per la Corea del Sud. Ha vinto anche la Palma d’Oro al Festival di Cannes, diventando il primo film sudcoreano film per ricevere l’onore. Il cast di “Parasite”, incluso Lee, ha vinto uno Screen Actors Guild Award per la migliore interpretazione di un cast in un film.

Nel film, Lee ha interpretato Park Dong-ik, il padre della ricca famiglia Park che inconsapevolmente assume membri della fraudolenta famiglia Kim di classe inferiore nella sua famiglia per aiutare con i suoi figli e prendersi cura della sua famiglia. Quando lo stratagemma viene finalmente rivelato, Kim Ki-taek (Song Kang-ho) uccide il signor Park in un impeto di rabbia alla festa di compleanno di sua figlia.

Dopo essere diventato famoso in “Parasite”, Lee ha recitato nella serie Apple TV+ “Dr. Brain”, la sua prima serie sudcoreana, ed è stato nominato come miglior attore agli International Emmy Awards 2022. Ha anche recitato in progetti sudcoreani come “Payback”, “Diary of a Prosecutor”, “My Mister”, “Killing Romance”, “Kingmaker” e molti altri negli anni 2000 e 2010.

Lee era una figura molto familiare nel cinema coreano. A Cannes quest’anno è apparso in “Project Silence” e “Sleep”. Quest’ultimo è uscito sul mercato a settembre ed è rimasto in testa al botteghino coreano per tre settimane.

Lee lascia la moglie, l’attore Jeon Hye-jin, e i loro due figli.