Världsnyheter

La pulizia inizia dopo che la Maersk perde i container nel Mare del Nord

È iniziata la pulizia delle spiagge danesi dopo che dozzine di container Maersk sono andati perduti in mare a causa delle tempeste.

ANNUNCIO

I detriti si sono riversati sulle spiagge lungo la costa danese del Mare del Nord dopo che una nave portacontainer Maersk ha perso scatoloni in mare durante la tempesta Pia poco prima di Natale.

Maersk ha confermato di essere venuta a conoscenza dell’incidente il 22 dicembre e di stare ancora indagando.

Le autorità hanno avvertito le navi della presenza di container e detriti che potrebbero galleggiare nel Mare del Nord. La polizia ha avvertito i residenti di non maneggiare nulla che venga portato a riva.

La nave Maersk salpò da Bremerhaven, in Germania, il 21 dicembre e incontrò condizioni di navigazione difficili. Tempesta Pia.

Secondo resoconti locali, almeno quattro container sono finiti a riva. È possibile che 42 dei 46 dispersi restino nel Mare del Nord.

Le immagini pubblicate dai media danesi mostrano frigoriferi, scarpe, altri beni di consumo e articoli medici, compresi gli aghi, gettati sulle spiagge. I materiali sembrano essere sparsi su quasi 10 miglia di costa.

Maersk conferma che si ritiene che almeno 40 container siano andati perduti in mare. Costruita nel 2014, la nave battente bandiera danese misura 399 metri di lunghezza, rendendola una delle navi di maggiore capacità della flotta Maersk.

Maersk ha affermato che la nave dovrebbe raggiungere Danzica, in Polonia, il 24 dicembre, dove la compagnia inizierà un’ispezione in pieno giorno. Rapporti non confermati suggeriscono che potrebbero esserci altri container danneggiati a bordo della nave.

Maersk ha dichiarato alla stazione televisiva locale di aver assunto una società per localizzare le scatole perse in mare. Hanno detto che nessun equipaggio è rimasto ferito nell’incidente e che la nave stava attualmente operando senza interruzioni.