SPORT

Jurgen Klopp sorpreso da una “strana situazione” quando il Liverpool ha negato il rigore

L’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp è rimasto sorpreso nello scoprire perché alla sua squadra non è stato concesso un rigore per la falla di mano di Martin Odegaard nel primo tempo dell’1-1 contro l’Arsenal ad Anfield.

Il VAR ha stabilito che l’arbitro Chris Kavanagh non ha commesso un errore chiaro ed evidente nel non penalizzare il capitano dei Gunners dopo che la sua mano bassa ha impedito a Mohamed Salah di sorpassarlo.

Klopp non è d’accordo, dicendo a BBC Sport: “La situazione del rigore è una situazione strana, non so se l’arbitro può vederlo, ma lo guardi e non sono sicuro di come puoi dire che non è un rigore”.

Nella conferenza stampa post partita, l’allenatore del Liverpool ha aggiunto: “Non l’ho visto in partita, l’ho visto dopo e penso che siamo tutti d’accordo sul fatto che si trattasse di pallamano.

“Ma aspetto sempre che il giorno dopo il signor Dermot (Gallagher) spieghi (nel suo ruolo di analista televisivo) qual è realmente il caso.

“Troverà il modo di spiegarmi perché non era pallamano. Per me è un netto fallo di mano. Non ho idea se ciò avrebbe influenzato il risultato”.

Il colpo di testa iniziale di Gabriel è stato annullato da un brillante gol di Salah che ha fruttato un punto e ha lasciato entrambe le squadre prima e seconda in classifica a Natale.

Tuttavia, il punto guadagnato con tanta fatica non è stato gratuito in quanto Klopp ha un grosso problema come terzino sinistro ora poiché Kostas Tsimikas, in sostituzione di Andy Robertson che è in panchina da ottobre per una spalla lussata, si è rotto la clavicola in uno scontro che ha anche abbattuto il suo. manager dopo essere stato spinto da Bukayo Saka.

“Il problema che ho avuto a quel punto è stato che ho pensato, ‘OK, sto bene’, quindi ho pensato che anche Kostas stesse bene, e in effetti ovviamente non sta bene”, ha detto Klopp, che si aspetta un infortunio al ginocchio per Luis Diaz . è solo più piccolo.

«Si è rotto almeno la clavicola. È molto brutto per noi. Non posso dire nulla al riguardo (sfida Saka). Devi giudicarlo tu, non io.

Mikel Arteta, che ha giocato nell’ultima squadra dell’Arsenal a vincere ad Anfield in campionato nel settembre 2012, spera che l’esperienza di essere nella corsa al titolo la scorsa stagione aiuterà la sua squadra ad occupare il primo posto il giorno di Natale.

Ciò sarà particolarmente importante poiché tre delle ultime sei occasioni in cui una squadra in testa il 25 dicembre non è riuscita a vincere il campionato hanno coinvolto i Gunners.

“Sono sicuramente più esperti. Quello che hanno fatto oggi in questo campo, in questo stadio, con l’atmosfera che hanno creato, è stata un’altra cosa”, ha detto.

“Per la maturità e il coraggio che abbiamo dimostrato, penso che dovremmo essere molto orgogliosi dei nostri giocatori. Abbiamo esperienza di essere dove siamo oggi.

“Dovremmo essere molto contenti perché dimostra molta coerenza per questo nuovo gruppo del miglior campionato del mondo essere in testa per due anni consecutivi.

“Ma questo è tutto. Siamo dove vogliamo essere in questo momento, sia in Premier League che in Champions League.

“Ovviamente ci sono cose che dobbiamo migliorare, soprattutto i kill game. Con il dominio che abbiamo dimostrato, alcune partite sono molto combattute”.