Världsnyheter

“Imparare lezioni dal COVID-19”, afferma Guterres in occasione della Giornata di preparazione all’epidemia – Questioni globali

IL COVID 19 La pandemia ha colpito centinaia di milioni di vite, causato milioni di morti e inflitto effetti devastanti all’umanità.

Dopo tre anni di sforzi globali senza precedenti, il 5 maggio l’Organizzazione Mondiale della Sanità (CHI) dichiarato la fine del COVID-19 come emergenza sanitaria pubblica, sottolineando tuttavia che ciò non significa che la malattia non rappresenti più una minaccia globale.

“I danni economici inflitti dalla pandemia continuano. Molti sistemi sanitari sono in difficoltà. Milioni di bambini sono a rischio di malattia dopo aver saltato le vaccinazioni infantili di routine. » ha detto il signor Guterres.

Lezioni da imparare

Il capo delle Nazioni Unite ha osservato che tre anni dopo lo sviluppo dei primi vaccini contro il Covid-19, miliardi di persone rimangono non protette, la stragrande maggioranza nei paesi in via di sviluppo.

“Quando arriverà la prossima pandemia, dovremo fare meglio. Ma non siamo ancora pronti. Dobbiamo prepararci e imparare lezioni dal Covid-19”, ha insistito.

“Dobbiamo rinunciare al disastro morale e medico causato dai paesi ricchi che accumulano e controllano le forniture mediche in caso di pandemia, e garantire che tutti abbiano accesso alla diagnostica, alle cure e ai vaccini”, ha sottolineato, aggiungendo che l’autorità e i finanziamenti dell’OMS deve anche essere rafforzato.

Sforzi comuni

Ha detto che la via da seguire è attraverso la cooperazione globale. Il mondo deve migliorare la sorveglianza dei virus, rafforzare i sistemi sanitari e trasformare in realtà la promessa di una copertura sanitaria universale.

Il Segretario Generale ha affermato che questi sforzi stanno facendo progressi. Ha ricordato che la riunione ad alto livello sulla prevenzione, preparazione e risposta alla pandemia, tenutasi a settembre, si è conclusa con una forte dichiarazione politica che integra i negoziati in corso verso un accordo sulla pandemia.

Questo primo accordo globale mira a rafforzare la collaborazione, la cooperazione e l’equità nella risposta alle future pandemie, ha affermato nel suo discorso il capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. messaggio di fine anno pubblicato martedì.

L’accordo sulla pandemia contribuirà a creare un mondo più sicuro e più sano con un sistema di risposta universale alle epidemie, ha aggiunto.

Guterres ha esortato i paesi a sfruttare questo slancio concludendo un accordo forte e globale incentrato sull’equità.

“Insieme, impariamo dal Covid-19, prepariamo e costruiamo un mondo più giusto e più sano per tutti”, ha affermato.