SPORT

Il presidente della UEFA Aleksander Ceferin insiste che il calcio sia “unito” contro la Super League europea

Il presidente della UEFA Aleksander Ceferin afferma che “il calcio è unito” contro qualsiasi tentativo di rilanciare una Super League europea.

La Grande Camera della Corte di Giustizia Europea ha affermato giovedì che le regole della UEFA che consentono di concedere l’approvazione preventiva a nuove competizioni come la Super League sono contrarie al diritto comunitario, spingendo i sostenitori della Super League A22 a dichiarare la vittoria e ad annunciare proposte per nuove gare maschili e gare femminili.

Club come Manchester United, Atletico Madrid e Inter – membri fondatori della Super League originale nel 2021 – si sono già impegnati a sostenere le competizioni esistenti in cui competono, mentre la Premier League ha rilasciato una dichiarazione in cui respinge il concetto di Super League.

“Anche se c’è sempre spazio per migliorare, il calcio rimane unito come si vede oggi”, ha detto Ceferin in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche i leader della European Club Association, delle leghe europee, degli European Football Supporters e del mondo sindacale dei giocatori della FIFPRO.

“Tre o quattro (dei 12 club originari della Super League nel 2021) sono stati i primi a dichiarare oggi che non si uniranno mai. Quindi anche chi c’era (nel 2021) è il primo a essere contrario”.

Ceferin ha criticato il modo in cui la decisione del tribunale è stata comunicata ai media e ha affermato che quando il caso è iniziato nel 2021, le regole di autorizzazione della UEFA erano diverse da quelle di oggi, a seguito di un aggiornamento nel giugno 2022.

Ha affermato che la UEFA esaminerà attentamente se le regole del 2022 sono conformi alla sentenza della Corte di giustizia europea che afferma che devono essere “trasparenti, obiettive, non discriminatorie e proporzionate”. La UEFA ha insistito affinché le regole per il 2022 fossero sviluppate in consultazione con la Commissione Europea.

L’articolo 7.4 delle regole UEFA 2022 stabilisce che l’autorizzazione di una nuova competizione è subordinata al fatto che questa non incida negativamente sul regolare svolgimento delle competizioni UEFA esistenti.

Le regole affermano che questa condizione è necessaria “per tutelare il merito sportivo delle competizioni UEFA, il corretto funzionamento del calendario internazionale, nonché la salute e la sicurezza dei giocatori”, ma sembrano rendere l’approvazione di una competizione rivale con i principali club in Europa sotto l’egida della UEFA. auspici impossibili.

L’amministratore delegato dell’A22 Bernd Reichart in precedenza aveva dichiarato che “il calcio è libero” dopo la sentenza e aveva affermato che ora avrebbe concesso agli organizzatori della competizione come la sua azienda il diritto di presentare i loro piani.

Ha annunciato i dettagli per le nuove competizioni maschili e femminili che, a suo dire, saranno “aperte e meritocratiche”. Ha anche detto che i fan potranno guardare le partite in streaming gratuitamente.

Ceferin ha preso in giro la performance di A22 e ha detto: “È davvero difficile decidere se dovresti essere scioccato o divertito dallo spettacolo che abbiamo visto.

“Dato che è vicino Natale scelgo il divertimento, mi diverto”.

Ha detto che il nuovo formato è “ancora più chiuso” rispetto alla versione 2021, “soprattutto l’idea interessante che i campioni (nazionali) si qualificherebbero nella Blue League, che è una competizione di terzo livello”.

Riguardo alla reazione di A22 alla sentenza, Ceferin ha aggiunto: “Ho la sensazione che A22, ora che è vicino Natale, abbia visto sotto l’albero una grande scatola ben addobbata.

“Erano super felici (e) hanno iniziato a festeggiare. Ma quando aprirai la scatola vedrai che dentro non c’è molto”.

Lo United ha dichiarato che la sua posizione non è cambiata dopo la decisione di giovedì e ha affermato che “rimane pienamente impegnato nella partecipazione alle competizioni UEFA e nella cooperazione positiva con la UEFA, la Premier League e altri club attraverso l’ECA nel continuo sviluppo del calcio europeo”. ”.

Nasser Al-Khelaifi, presidente dell’ECA e presidente del Paris St Germain, che ha rifiutato di aderire alla Super League nel 2021, ha dichiarato: “La migliore competizione per club al mondo è la Champions League. La musica stessa è un marchio.

“Avete un marchio che esiste da anni e anni. Noi, come club, siamo orgogliosi di farne parte.

“Ho ricevuto non so quante chiamate dai club (dopo la decisione) e vedete le loro dichiarazioni. Tutti noi, come stakeholder, siamo uniti per proteggere l’ecosistema del calcio”.

I tifosi sono stati determinanti nella scomparsa della Super League 2021 e l’amministratore delegato della Football Supporters Association, Kevin Miles, ha dichiarato giovedì: “Vogliamo tutti vedere il grilletto premuto contro quella mostruosità non morta che è la European Zombie League”.

Meno colorito ma non per questo meno significativo il comunicato della Premier League.

“La decisione non sostiene la cosiddetta ‘Super League europea’ e la Premier League continua a respingere qualsiasi concetto del genere”, si legge in un comunicato della lega.

“I tifosi sono di vitale importanza per il calcio e hanno più volte espresso chiaramente la loro opposizione a una competizione ‘separatista’ che spezza il legame tra il calcio nazionale e quello europeo.

“La Premier League ribadisce il suo impegno nei confronti dei chiari principi della competizione aperta che sono alla base del successo delle competizioni per club nazionali e internazionali.

“Il calcio prospera sulla competitività creata da promozioni e retrocessioni, sulla qualificazione annuale basata sul merito dai campionati e dalle coppe nazionali alle competizioni internazionali per club, e sulle rivalità e sui rituali di lunga data che accompagnano i fine settimana riservati al calcio nazionale. ”

Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha dichiarato: “Con il massimo rispetto per la Corte di giustizia europea, la sentenza di oggi non cambia nulla, in realtà.

“Storicamente abbiamo organizzato le migliori competizioni al mondo e così sarà anche in futuro.

“Continueremo a organizzare i tornei più spettacolari, competitivi e significativi del mondo e utilizzeremo i nostri ricavi per sviluppare il calcio in tutti gli angoli del globo attraverso programmi di solidarietà che garantiscano i vantaggi meno privilegiati di queste importanti competizioni”.