Spel

Il meglio del 2023: un costante senso di scoperta ha reso Remnant 2 il mio gioco preferito dell’anno

Ci sono stati molti momenti che mi hanno fatto fermare e dire: “Wow, è stato fantastico” in Remnant 2, ma quello che lo ha portato in cima alla lista dei miei preferiti dell’anno è stato durante uno dei suoi tanti eccellenti boss. combatte.

Ho lavorato in uno dei tre strani luoghi che compongono la campagna di Remnant 2. Si trattava di un’astronave abbandonata e distrutta delle dimensioni di una luna che un tempo era stata abitata da una razza avanzata alla ricerca di, più o meno, Dio. Quel piano non funzionò davvero e l’interno della loro nave era cambiato nel corso degli eoni da un facsimile contenuto del loro pianeta a una terra desolata e post-apocalittica. Durante l’esplorazione, ho ripulito uno dei dungeon di Remnant 2 e ho trovato quella che era essenzialmente una strana unità USB aliena. Ora lo stava trasportando, aspettando di capire cosa farne.

Giocando ora: Remnant 2 – Trailer introduttivo al mondo di Remnant

Finalmente raggiungiamo il boss finale della zona, un enorme alieno blu chiamato Sha’Hala con tantissimi occhi e mani enormi. Avevamo già affrontato questo ragazzo nel gioco di un amico, combattendo per il rotto della cuffia per sconfiggerlo. Ma quando sono arrivato alla console per attivare il combattimento con Sha’Hala, ho notato un altro hotspot in basso che non avevamo mai visto prima: un secondo checkpoint, fuori mano e facile da perdere. Ho premuto il pulsante di interazione e mi è stata offerta l’opportunità di utilizzare un oggetto di missione dal mio inventario.

Incuriosito, ho inserito l’USB, che ha dato il via alla lotta contro il boss. E con mia sorpresa, ci siamo trovati coinvolti in a molto battaglia diversa da quella che avevamo combattuto in precedenza contro lo stesso enorme mostro alieno. Questa volta Sha’Hala aveva attacchi completamente nuovi e il tenore della battaglia era completamente diverso. Invece di un mucchio di raggi laser che ci costringevano a schivare costantemente, avevamo a che fare con bersagli più piccoli che dovevamo eliminare prima di poter attaccare il boss. L’intero combattimento con il boss aveva un’atmosfera nuova e alla fine siamo stati ricompensati con una nuova, ridicola arma creata con mani aliene mozzate.

Dopo il combattimento, abbiamo scoperto che le nostre azioni non solo avevano completato il mondo, ma lo avevano completamente murato. A differenza di altri luoghi, non siamo riusciti a tornare in questa versione di N’Erud per esplorarlo ulteriormente o tentare di completare le missioni della storia. Era sparito, inaccessibile, distrutto o condannato dagli effetti dell’inserimento del dispositivo alieno nella console del boss.

Succede questo genere di cose, imbattersi in un segreto che può cambiare totalmente la tua esperienza. tutto il tempo in Remnant 2, grazie alla sua brillante combinazione di design procedurale e personalizzato. Remnant 2 ti teletrasporta in mondi lontani da esplorare, e ogni volta che arrivi in ​​uno, il gioco mette insieme quel mondo da varie parti, ma tutte quelle parti hanno i loro pezzi distinti, deliberatamente sviluppati e progettati. La mappa del mondo avrà diversi dungeon, ma questi dungeon verranno scelti casualmente. I sotterranei stessi sono tutti diversi, spesso con meccaniche e segreti unici, ma Quale Anche i segreti trovati all’interno vengono scelti proceduralmente.

Quella strana piccola USB aliena ti offre un combattimento alternativo con Sha'Hala e ti permette di trasformare il boss in questo fucile elegante e inquietante.
Quella strana piccola USB aliena ti offre un combattimento alternativo con Sha’Hala e ti permette di trasformare il boss in questo fucile elegante e inquietante.

Ciò che ottieni sono mondi, luoghi e dungeon che hanno gli aspetti forti dei contenuti personalizzati, come interessanti combattimenti contro i boss e ricompense nascoste, ma con il senso di scoperta inaspettata che deriva dalla generazione procedurale. Creare esperienze costantemente sorprendenti e piacevoli.

Per ottenere quel combattimento contro un boss alternativo di cui non sapevamo esistesse, la mia versione di N’Erud (il mondo della nave aliena) doveva avere la giusta combinazione di elementi. Dovevo avere il dungeon giusto, che era un sistema di trasporto sotterraneo invaso da un’intelligenza artificiale canaglia che cercava di ucciderti con il deragliamento di un treno. Dovevo finire quel dungeon e trovare la chiavetta USB alla fine, e dovevo portarla con me fino alla fine della campagna della storia di quel mondo.

Oh, e dovevo anche iniziare bene la campagna della storia, perché ognuno dei tre mondi che esplori in Remnant 2 ha due storie principali completamente diverse per giocare, il che influisce anche sui pezzi che otterrai quando quel mondo verrà creato. Ciò significa che ci sono altre versioni completamente diverse di N’Erud con le proprie posizioni e misteri, e forse anche combattimenti contro boss alternativi, da sbloccare.

Un’altra volta, io e il mio team stavamo esplorando un altro mondo, il fantastico Losomn, che in realtà è un pianeta della rivoluzione industriale in stile Bloodborne che si fonde lentamente con una dimensione degli elfi alti in stile Gran Burrone, e abbiamo visto un ragazzo cieco correre per le strade della città in fiamme. Avevamo già attraversato questo mondo e non avevamo mai visto niente di simile; Per la maggior parte, gli abitanti erano come quelli di Yarnham, ti attaccavano a vista con fucili e forconi.

La scoperta della trapunta apre una grande missione che richiede di rilanciare il mondo di Losomn più volte per essere completata, dando un assaggio di tutte le cose nascoste in una sola delle posizioni di Remnant 2.
La scoperta della trapunta apre una grande missione che richiede di rilanciare il mondo di Losomn più volte per essere completata, dando un assaggio di tutte le cose nascoste in una sola delle posizioni di Remnant 2.

Alla fine riuscimmo a seguire il ragazzo per la città e scoprimmo una casa dove vivevano diversi bambini, insieme ad una strana donna che stava lavorando a maglia un’enorme trapunta. Dopo un secondo, ci siamo resi conto che la trapunta era un’enorme rappresentazione delle nostre imprese. Questo era un puzzle gigantesco che doveva essere risolto; Per completare la trapunta, dovremmo scoprire altri dungeon e persino rivisitare versioni alternative di Losomn per completare la missione. La nuova location ha portato con sé anche un lato completamente nuovo della storia di Losomn, aggiungendo un nuovo contesto a un mondo che pensavamo di controllare.

La sensazione che è arrivata da questa rivelazione è stata fenomenale: avevamo già affrontato Losomn due o tre volte a questo punto nei giochi dell’altro, ma qui c’era qualcosa non solo di completamente nuovo, ma che sbloccava un nuovo enorme ed espansivo puzzle da risolvere . Remnant 2 ci ha dato questa sensazione ancora e ancora.

Ci sono molti motivi per apprezzare Remnant 2, dal sistema di combinazione delle classi dei personaggi agli eccellenti combattimenti contro i boss, ma quello che mi è piaciuto di più è stato scoprirne i segreti. Ogni volta che mi avventuravo in un territorio che pensavo di conoscere, trovavo qualcosa di diverso. Non ho mai giocato a un gioco che utilizza la generazione procedurale in modo così efficace, non per creare un mucchio di contenuti generici per tenerti occupato, ma per nascondere nuovi momenti brillanti dal tuo percorso. Remnant 2 è molte cose, ma la cosa migliore che fa è un sistema di consegna per la scoperta, che ti convince ancora e ancora a vedere quali altri segreti affascinanti, brillanti e divertenti nasconde. Ecco perché, tra tutti i giochi usciti nel 2023, è quello a cui sto ancora giocando.