FILM

Il Festival del cinema di Berlino squalifica i politici di estrema destra dopo la reazione negativa – The Hollywood Reporter

Il Festival del cinema di Berlino ha ritirato gli inviti ai membri eletti del partito tedesco di estrema destra Alternativa per la Germania (AfD) per la cerimonia di apertura della Berlinale 2024 il 15 febbraio a seguito della reazione mediatica.

“Abbiamo scritto oggi a tutti i politici dell’AfD precedentemente invitati e li abbiamo informati che non sono i benvenuti alla Berlinale”, hanno detto giovedì in una dichiarazione i direttori della Berlinale Mariëtte Rissenbeek e Carlo Chatrian.

Gli inviti rivolti ai politici dell’AfD Kristin Brinker e Ronald Gläser, entrambi membri del parlamento regionale di Berlino, hanno portato un gruppo di professionisti del cinema berlinesi e stranieri a firmare una lettera aperta al festival per protestare contro la decisione. Nella lettera si affermava che l’invito ai politici dell’AfD era “incompatibile” con l’impegno della Berlinale “di essere un luogo di ’empatia, consapevolezza e comprensione’”, hanno scritto i filmmaker.

Gli organizzatori del Festival, nel loro annuncio, riconoscono “un’intensa discussione nel settore culturale, nella stampa e sui social media, così come all’interno del team della Berlinale, riguardo agli inviti dei politici dell’AfD, un partito estremista di destra, all’inaugurazione della Berlinale. ”

“Soprattutto alla luce delle rivelazioni delle ultime settimane su posizioni esplicitamente antidemocratiche e su singoli politici dell’AfD, è importante per noi – come Berlinale e come squadra – assumere una posizione inequivocabile a favore di una democrazia aperta “, hanno aggiunto Rissenbeek e Chatrian nella tua dichiarazione.

La Berlinale è in gran parte finanziata dallo stato, con il governo federale che fornisce al festival circa 14 milioni di dollari all’anno. L’AfD attualmente non fa parte del governo federale né di nessuno dei Länder tedeschi, ma il partito ha guadagnato consensi ed è attualmente al secondo posto nei sondaggi nazionali con circa il 20% dei voti.

“In un momento in cui gli estremisti di destra stanno entrando nei parlamenti, la Berlinale vuole prendere una posizione chiara, prendendo una posizione chiara riguardo all’attuale disinvito dall’AfD. La discussione su come comportarsi con i politici dell’AfD tocca anche molte altre organizzazioni e festival. Questo dibattito deve essere condotto in tutta la società e insieme a tutti i partiti democratici”, ha aggiunto il festival.

La polemica sull’invito del politico dell’AfD fa seguito anche, nelle ultime settimane, alle centinaia di migliaia di tedeschi scesi in piazza per protestare contro un rapporto del gruppo investigativo Correctiv che rivelava i dettagli di un incontro tra alti esponenti dell’AfD e ricche imprenditrici tedesche, dove hanno discusso una trama. deportazione di massa di richiedenti asilo e cittadini tedeschi di origine straniera non appena saliti al potere.