Spel

Il CEO di Activision Blizzard, Bobby Kotick, lascerà presto la compagnia

Come riportato originariamente quasi due anni fa, il CEO e fondatore di Activision Blizzard, Bobby Kotick, lascerà ufficialmente l’azienda in seguito all’acquisto del colosso Call of Duty da parte di Microsoft. Quando Microsoft ha concluso l’accordo in ottobre, il CEO di Microsoft Gaming Phil Spencer avrebbe chiesto a Kotick di restare per il momento, e ora se ne andrà ufficialmente come molti si aspettavano.

“Phil condivide i nostri valori e riconosce i nostri talenti. È appassionato dei nostri giochi e delle persone che li creano. Ha un’ambizione audace”, ha detto Kotick in una nota allo staff.

Secondo quanto riferito, Kotick lascerà Activision Blizzard con un mastodontico pacchetto salariale di circa 400 milioni di dollari.

Secondo The Verge, Kotick si dimetterà ufficialmente dalla sua posizione il 29 dicembre. Potrebbe non essere sostituito a titolo definitivo, ma Microsoft sta inserendo il presidente di Blizzard Mike Ybaara, il presidente di Activision Publishing Rob Kostich e il vicepresidente di Activision Blizzard Thomas Tippl in un nuovo organigramma che riporterà al dirigente di Xbox Matt Booty.

Responsabile delle comunicazioni presso Activision Blizzard Lulu Meservey partirà il 31 gennaio, mentre Blizzard e il vicepresidente di King Humam Sakhnini lasceranno il gruppo a fine dicembre. The Verge ha riferito che “molti altri” dirigenti di Activision Blizzard se ne andranno a marzo, ma nessuno è stato nominato.

Kotick è diventato CEO di Activision nel 1991 e da allora è il massimo dirigente dell’azienda. È stato coinvolto in molteplici controversie. Recentemente, Activision Blizzard ha annunciato un accordo con lo stato della California e pagherà 54 milioni di dollari allo stato insieme ad ulteriori 47 milioni di dollari alle dipendenti donne che hanno lavorato presso l’azienda dal 2015 al 2020.

La causa del 2021 ha accusato Activision Blizzard di promuovere una cultura sul posto di lavoro da “confraternita” piena di molestie sessuali. Activision Blizzard e il Dipartimento dei diritti civili della California affermano nell’accordo transattivo che le indagini sulla cultura dell’azienda non hanno trovato prove di “molestie sessuali sistemiche o pervasive”.

Secondo l’accordo transattivo, un’indagine sul consiglio di amministrazione di Activision, incluso Kotick, non ha trovato prove di illeciti. Sulla scia delle accuse mosse dalla causa, Activision Blizzard ha annunciato le misure adottate per creare “un luogo di lavoro più responsabile”.

La causa, in parte, ha portato Microsoft ad acquisire Activision Blizzard. L’editore dietro Call of Duty e World of Warcraft ha visto il prezzo delle sue azioni scendere in modo significativo sulla scia delle accuse della causa, portando all’acquisizione di Microsoft da 69 miliardi di dollari.

Activision Blizzard ha risolto molti altri casi negli ultimi anni. Nel marzo 2022, Activision Blizzard ha risolto una causa separata per molestie sessuali con la Federal Equal Employment Opportunity Commission per 18 milioni di dollari e nel febbraio 2023 ha pagato 35 milioni di dollari in un accordo alla SEC per le accuse secondo cui l’editore non aveva divulgato adeguatamente informazioni agli investitori. .