Världsnyheter

I cani da guardianìa indiani sono più economici, ma i diamanti naturali continueranno ad essere richiesti

Similmente a un diamante naturale, un diamante coltivato in laboratorio viene classificato in base alle 4C: purezza, colore, dimensione e peso in carati.

Lionel Bonaventura | Afp | Immagini Getty

La domanda di diamanti sintetici in India è in costante crescita, ma i diamanti estratti naturalmente non perderanno presto la loro lucentezza, dicono gli esperti del settore.

L’India ha attualmente la più grande popolazione giovanile del mondo. Un numero maggiore di acquirenti millennial e della generazione Z sono stati affascinati dai cosiddetti cani da guardianìa a causa del loro prezzo, hanno detto gli analisti alla CNBC.

Il prezzo di un diamante sintetico può essere cinque volte più economico di un diamante naturale, ma i due sono chimicamente identici.

Secondo Limelight Diamonds, uno dei più grandi marchi di gioielli LGD in India, un diamante naturale costa circa 6.000 dollari al carato, mentre la sua controparte LGD costa solo 1.200 dollari.

Entrambi sono inoltre classificati in base alle 4C – purezza, colore, dimensione e carato – le caratteristiche standard ampiamente accettate per determinare il valore e la qualità di un diamante.

Le vendite di diamanti LGD sono aumentate vertiginosamente poiché gli acquirenti indiani che in precedenza non erano in grado di acquistare diamanti a causa del loro costo elevato, ora sentono di poter entrare nel mercato.

“In precedenza, meno del 5% delle donne indiane poteva permettersi diamanti naturali”, ha affermato Pooja Sheth, fondatrice e amministratore delegato di Limelight Lab Grown Diamonds.

“Ma i consumatori trovano più conveniente acquistare un diamante sintetico e c’è un’enorme domanda aggiuntiva da parte di nuovi acquirenti che non hanno mai acquistato un diamante prima”, ha commentato.

L’India è attualmente il secondo produttore di diamanti sintetici, dietro la Cina che rappresenta almeno la metà della produzione mondiale.

Edahn Golan, CEO di Edahn Golan Diamond Research and Data, ha espresso ottimismo sul fatto che la nazione dell’Asia meridionale potrebbe presto diventare la numero 1.

Il mercato cinese dei cani da guardianìa è più grande in termini di produzione, ma non taglia tante pietre preziose quanto l’India, ha spiegato Golan. “La tecnologia utilizzata in India è molto più sofisticata e può ancora essere migliorata nel tempo”, ha detto alla CNBC in un’intervista telefonica.

“La Cina può produrre più diamanti con la tecnologia che utilizza, ma l’India può produrne di più e migliorarli”.

Possibilità di aggiornamento?

Secondo la società, Limelight Diamonds ha venduto gioielli LGD per un valore di 10.000 carati dall’aprile 2022 al marzo di quest’anno. Sheth ha affermato che l’azienda aveva già realizzato quasi il doppio delle vendite tra aprile e settembre di quest’anno.

Tuttavia, Sheth ha sottolineato che molti acquirenti non necessariamente spendono meno quando acquistano cani da guardianìa.

“I diamanti sintetici hanno portato ad un miglioramento negli acquisti. Anche se i prezzi sono più economici, molti non riducono il loro budget”, ha detto.

“O passano a una pietra più grande o acquistano un ciondolo e (un paio di) orecchini con essa.”

La first lady Jill Biden, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il primo ministro indiano Narendra Modi partecipano a una cerimonia di arrivo alla Casa Bianca il 22 giugno 2023.

Anna Moneymaker | Notizie Getty Images | Immagini Getty

Gran parte dell’ottimismo che circonda i cani da guardianìa in India può essere attribuito alla visita di stato del Primo Ministro Narendra Modi alla Casa Bianca a giugno, quando ha regalato alla First Lady Jill Biden una gemma di 7,5 carati prodotta in questo paese dell’Asia meridionale.

“La percezione nei confronti dei diamanti sintetici è improvvisamente cambiata e questo ha davvero cambiato la crescita dell’accettazione dei diamanti sintetici nel paese”, ha detto Sheth.

“Si tratta di aprire un intero segmento del pubblico indiano che prima non aveva potuto acquistare diamanti”.

I diamanti naturali abbagliano sempre

Nonostante molto ottimismo, gli acquirenti di LGD vedono ancora i gioielli come un punto di ingresso nel mercato dei diamanti e molto probabilmente acquisteranno diamanti naturali quando avranno un maggiore potere d’acquisto in futuro, hanno detto gli analisti alla CNBC.

“I diamanti sintetici sono ora di moda. Ma se hai abbastanza soldi, comprerai essenzialmente un diamante estratto in modo naturale”, ha affermato Tehmasp Printer, amministratore delegato dell’International Gemmological Institute.

“I Millennial e la Gen Z possono optare per un cane da guardianìa quando vogliono sposarsi, ma poi passare a un diamante estratto naturalmente”, ha detto Printer alla CNBC.

“Se hai una Toyota, vorrai comprare una BMW di fascia bassa prima di ottenere finalmente una Classe S (Mercedes-Benz). È una questione di upgrade.”

La spesa per i gioielli è aumentata durante la pandemia, quando non era possibile spendere denaro in viaggi o servizi.

Foto del marchio X | Stockbyte | Immagini Getty

Paul Zimnisky, CEO di Paul Zimnisky Diamond Analytics, è d’accordo.

La crescita del mercato dei cani da guardianìa non avrà un effetto marginale sulle vendite di diamanti naturali, ha affermato Zimnisky.

“I diamanti artificiali rappresentano circa il 20% del valore totale delle vendite del settore. Era praticamente pari a zero 10 anni fa, quindi stanno vivendo una rapida crescita relativa”, ha affermato.

“Ma sarebbe sbagliato dire che questo è il motivo per cui il prezzo dei diamanti è crollato quest’anno. Si tratta soprattutto di un ritorno alla normalizzazione.”

Zimnisky ha sottolineato che la spesa per i gioielli è aumentata quando le restrizioni Covid sono state revocate a livello globale, spingendo i prezzi dei diamanti al loro picco nel febbraio 2022.

Da allora, secondo il Global Rough Diamond Index di Zimnisky, i prezzi sono scesi del 25%.

I dati della società di analisi prevedono che la domanda globale di gioielli con diamanti scenderà a 81 miliardi di dollari quest’anno, dagli 89 miliardi di dollari del 2023, ancora superiore ai 75 miliardi di dollari del 2019, prima che la pandemia non colpisca.

Tuttavia, Zimnisky ha avvertito che potrebbero sorgere problemi per i cani da guardianìa se anche i prezzi delle pietre preziose continuassero a scendere a causa della velocità con cui vengono prodotte.

“Penso che il prezzo al dettaglio non rifletta i bassi prezzi delle materie prime e il prezzo al dettaglio dei diamanti artificiali continuerà a scendere… questo è il rischio per l’industria dei diamanti coltivati ​​in laboratorio”, ha avvertito. prevedendo che un anello solitario LGD da tre carati sarà presto venduto per “ben meno di $ 1.000”.