Världsnyheter

Guerra Israele-Hamas a Gaza Notizie: aggiornamenti in tempo reale

Lunedì presto le forze operative speciali israeliane hanno attaccato un edificio nella città di Rafah, nel sud di Gaza liberare due ostaggi detenute da Hamas, ha detto l’esercito, mentre Israele ha lanciato durante la notte un’ondata di attacchi che hanno ucciso dozzine di palestinesi a Rafah, secondo il Ministero della Sanità di Gaza.

Queste operazioni hanno causato gioia in Israele, dolore e apprensione nella Striscia di Gaza, dove più di un milione di palestinesi riuniti a Rafah, fuggono dalle loro case e cercano rifugio dalle azioni militari israeliane più a nord. I palestinesi temevano che il raid – e il bilancio delle vittime che lo accompagnò – prefigurasse un’operazione israeliana più prolungata per catturare Rafah.

L’operazione di salvataggio notturno segna solo la seconda volta che le forze israeliane riferiscono di aver salvato prigionieri a Gaza dall’inizio della guerra in ottobre. La sorte degli oltre 100 ostaggi catturati all’inizio della guerra, il 7 ottobre, è diventata una delle massime priorità del Paese, insieme alla sconfitta di Hamas.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato che le forze di terra israeliane entreranno a Rafah con l’obiettivo di eliminare lì i battaglioni di Hamas, anche se il calendario preciso non era chiaro. La prospettiva di scontri di strada all’interno della città affollata, circondata da un confine egiziano chiuso, ha suscitato preoccupazione globale per i rischi affrontati dai civili che affermano di non avere un posto dove fuggire.

Il rilascio degli ostaggi ha mostrato la determinazione di Israele a continuare la sua offensiva nonostante le critiche degli Stati Uniti e di altri alleati e le pressioni per ridurre le vittime civili e la distruzione. Giovedì il presidente Biden ha definito la campagna israeliana “esagerata” e ha affermato che la sofferenza di persone innocenti “deve finire”.

Lunedì all’1:49 i soldati delle forze speciali israeliane hanno fatto irruzione nell’edificio dove erano tenuti i due ostaggi, ha detto in una conferenza stampa il contrammiraglio Daniel Hagari, portavoce capo dell’esercito. Circa un minuto dopo, le forze israeliane hanno sparato sugli edifici vicini nel tentativo di interrompere le comunicazioni di Hamas e consentire ai soldati di far uscire gli ostaggi in sicurezza, ha detto. Ha anche detto che gli aerei militari israeliani hanno sparato su obiettivi di Hamas nella zona.

Drone immagini Successivamente rilasciati dall’esercito israeliano, sembrano mostrare una dozzina di soldati israeliani che entrano a piedi in un edificio da una strada fiancheggiata da case unifamiliari con tetti piani. Altro immagini ha mostrato un’esplosione nell’edificio vicino, causata da quello che l’esercito israeliano ha definito un attacco israeliano.

Le immagini scattate dai fotografi palestinesi dopo l’attacco mostravano diversi edifici di cemento gravemente danneggiati, uno dei quali ridotto in macerie. Le immagini palestinesi e il video israeliano sembrano essere stati ripresi nello stesso luogo, accanto a diverse file di tende.

Il fumo si è alzato sopra Rafah nella Striscia di Gaza durante un’ondata di attacchi israeliani lunedì mattina.Credito…Mohammed Abed/Agenzia France-Presse — Getty Images

Il ministero della Sanità di Gaza ha detto che almeno 67 persone sono state uccise durante la notte negli attacchi israeliani a Rafah. I media hanno riferito di attacchi mortali contro due moschee a Rafah.

Né il resoconto israeliano né il bilancio riportato dal Ministero della Sanità di Gaza – che non distingue tra morti civili e combattenti – hanno potuto essere verificati in modo indipendente.

Ziad Obeid, un funzionario della dogana fuggito a Rafah, ha descritto di essere stato svegliato alle 2 del mattino da una raffica di esplosioni così intensa che era “come se fosse metà giornata, non notte”. Ha aggiunto: “È stata una notte orribile. »

L’esercito israeliano ha detto che i soldati hanno fatto irruzione in un appartamento al secondo piano per salvare i due ostaggi, Fernando Simon Marman, 60 anni, e Louis Har, 70 anni.

L’esercito ha affermato che gli attacchi successivi miravano a impedire ai comandanti di Hamas nell’area circostante di contattare le guardie degli ostaggi e a costruire “un quadro operativo” del raid.

L’esercito non ha rivelato come i commando siano arrivati ​​all’abitazione, ma i media israeliani hanno riferito che hanno forzato una porta con un esplosivo e che gli ostaggi sono stati evacuati in elicottero.

L’operazione è stata accolta con gioia in Israele, dove la sorte degli ostaggi ha esacerbato divisioni sociali e traumi.

Alcuni israeliani vogliono che il loro governo accetti un accordo che permetterebbe la liberazione degli ostaggi rimasti in cambio della fine della guerra, temendo che l’offensiva israeliana possa mettere in pericolo i prigionieri.

Il salvataggio è stato un grande impulso per Netanyahu, che ha affermato lunedì in una dichiarazione che “solo la continua pressione militare, fino alla vittoria totale, porterà al rilascio di tutti i nostri ostaggi”.

Lunedì i palestinesi fuggono da Rafah nel retro di un camion.Credito…Mohammed Abed/Agenzia France-Presse — Getty Images

Netanyahu, promettendo di porre fine al controllo di Hamas su Gaza, ha ignorato gli avvertimenti provenienti da Stati Uniti, Nazioni Unite, gruppi umanitari e altri.

che un’avanzata su Rafah sarebbe devastante per i civili e rischierebbe di esacerbare una catastrofe già in corso, con i residenti a corto di cibo, acqua pulita e medicine.

Netanyahu ha ordinato ai militari di sviluppare piani per evacuare i civili da Rafah, ma i gruppi umanitari e altri dicono che non c’è più posto dove andare. Domenica lui ha promesso di fornire un passaggio sicuro ai palestinesi nelle zone settentrionali di Gaza prima dell’invasione di Rafah, senza fornire dettagli.

Yan Zhuang, Gabby Sobelman E Andrés R. Martinez hanno contribuito i rapporti.