FILM

Gli sceneggiatori di BARBIE, Greta Gerwig e Noah Baumbach, anticipano il potenziale di un film spin-off di KEN – GeekTyrant

Ora che siamo a metà dicembre, penso che possiamo tranquillamente dirlo Barbie È stato il film dell’anno. Il film ha raggiunto il proverbiale parco con un incasso al botteghino di 1,4 miliardi di dollari che ha sorpreso tutti. Il film seguiva la classica bambola, interpretata da Margot Robbie, che improvvisamente affrontò sentimenti di terrore esistenziale, conducendola nel mondo reale dove poteva capire cosa significasse essere una donna. È stata una bellissima storia che ha parlato a così tante persone, il che ovviamente significa che lo studio voleva sapere se potevano farne un seguito.

Robbie aveva già parlato di questa possibilità, non escludendola, ma chiarendo che non era mai stato preso in considerazione un seguito durante la realizzazione del film, che raccontava una storia completa. Anche se nessuno si chiedeva se questo significasse che un film di Ken fosse fuori discussione.

Il regista del film, Greta Gerwige il suo compagno di scrittura, Noè Baumbach, co-sceneggiatore della sceneggiatura, ha recentemente parlato con 60 Minutes sulla CBS e hanno parlato proprio di questo. Per prima cosa, a Baumbach è stato chiesto cosa pensasse dell’idea del film Barbie quando Gerwig glielo ha chiesto per la prima volta. Lui ha spiegato:

“Non potevo nemmeno immaginarlo. E Greta ha scritto queste pagine… e ho pensato: ‘Posso scrivere questo film su Barbie. Capisco perfettamente di cosa si tratta.'”

Gerwig ha spiegato che il film inizia “in modo molto meccanico… come un orologio” con Barbie e i suoi amici che si godono una giornata perfetta a Barbie Land. E poi, all’improvviso, c’è una crisi esistenziale: Barbie chiede: “Hai mai pensato di morire?”

Questo momento del film è il risultato finale di un processo di scrittura iniziato con Gerwig che scriveva alcune pagine iniziali della sceneggiatura e le mostrava a Baumbach. In queste prime pagine, Barbie incontra una vecchia nel suo cortile e si confronta con l’idea della propria mortalità. Gerwig ha spiegato:

“Noah capì immediatamente cosa stavo facendo e disse: ‘Sai, è emozionante e c’è un film qui.'”

Il duo di sceneggiatori ha anche rivelato come il loro processo di scrittura influenzi il loro approccio alla regia. Sia Gerwig che Baumbach hanno detto che preferiscono seguire esattamente ciò che è scritto nella sceneggiatura, senza sostituzioni sul set una volta girato il film.

Gerwig lo ha detto nei film Signora degli uccelli È Piccole donne, tutto era pianificato, fino a ogni “sai” e “ehm”. Secondo lei, questo livello di dettaglio è importante per mantenere il ritmo di una conversazione scritta e letta ad alta voce centinaia di volte prima che venisse girato il primo fotogramma.

“Non appena abbiamo qualcosa che assomigli di più a una sceneggiatura, iniziamo a leggerla ad alta voce. Esaminiamo noi stessi la lingua, così possiamo sentire se c’è una battuta ripetuta o un ritmo sbagliato”.

Baumbach e Gerwig lo hanno detto scrivendo il Barbie copione, l’hanno sempre fatto Ryan Gosling in mente di interpretare Ken, scrivendo anche il suo nome completo accanto alle battute di Ken nella prima bozza. Mentre scrivevano per il ruolo di Ken, Baumbach e Gerwig avevano un sacco di idee che non sono riusciti a inserire nella bozza finale. In una versione precedente della sceneggiatura, hanno esplorato ulteriormente l’“effetto Ken” nel mondo reale e hanno scritto una scena per il film in cui Ryan Gosling interpreta se stesso.

“Avevamo troppo materiale per Ken. Scrivevamo, scrivevamo e scrivevamo”, ha spiegato Gerwig. Baumbach lo interruppe e disse a Gerwig di non “consegnarlo”. Alla domanda del corrispondente della CBS: “Ci sarà mai un film di Ken?” La Gerwig rise e disse che non poteva commentare la cosa, ma non lo escludeva del tutto. “Voglio dire, la verità è che, sai… credo che vedremo,” disse con un sorriso.

Proprio come dentro Barbie, immagino che nessuno stesse davvero pensando a Ken! Ma il tuo personaggio ha molte cose che può ancora risolvere. Se finiranno per fare questo film, sarò lì per questo.