SPORT

Erik ten Hag sostiene Rasmus Hojlund per segnare punti in Premier League

Erik ten Hag si aspetta che Rasmus Hojlund continui a segnare dopo che il giocatore del Manchester United da 72 milioni di sterline ha finalmente rotto la sua papera della Premier League sigillando una straordinaria vittoria per 3-2 sull’Aston Villa.

Lo United sembrava pronto per la 14esima sconfitta stagionale in tutte le competizioni quando l’Aston Villa ha segnato due gol nell’arco di sei minuti del primo tempo grazie a John McGinn e Leander Dendoncker portandosi in vantaggio per 2-0 a metà tempo, mentre all’Old risuonavano fischi. Trafford all’intervallo.

Ma con il direttore sportivo dell’INEOS Sir Dave Brailsford a guardare dopo la conferma del coinvolgimento di minoranza di Sir Jim Ratcliffe, lo United si è ripreso nel secondo tempo, con Alejandro Garnacho che ha segnato due volte, prima che Hojlund vincesse all’82’.

Sebbene l’acquisto estivo dell’Atalanta sia finito come capocannoniere dello United nella loro breve stagione di Champions League, non è riuscito a segnare in 16 presenze nelle competizioni nazionali, ma non si è sbagliato quando McGinn è riuscito a lanciare la palla sulla sua traiettoria solo dopo otto minuti del tempo.

“Ovviamente ho avuto diverse conversazioni con lui e ogni volta che ho detto che ha segnato molto per la Danimarca, ha segnato in Champions League, ha dimostrato la sua abilità quindi puoi farlo, credimi”, ha detto Ten Hag del 20- danese di un anno.

“Sono sicuro che ora ha segnato il primo gol e ne segnerà ancora…

“Quando un attaccante non segna è un problema, ma ha un carattere forte, è molto solido, determinato. Ha una grande personalità. Penso che sia ciò di cui ha bisogno un attaccante. Continuando a investire gli obiettivi arriveranno”.

La presenza di Brailsford è arrivata due giorni dopo l’annuncio dell’acquisto da parte di Ratcliffe di una quota del 25% del club – che avrà il controllo delle operazioni calcistiche – soggetto a ratifica da parte della Premier League.

L’ex allenatore del British Cycling sarebbe preoccupato per la facilità con cui Villa ha segnato i propri gol. La punizione di McGinn attraversa un’area affollata prima che Dendoncker sia quasi smarcato e segni da calcio d’angolo.

Ma alla domanda se Brailsford vedesse il meglio e il peggio della sua squadra dello United, Ten Hag ha detto: “Non è stato il peggio. Penso che abbiamo giocato bene nel primo tempo. È stato un po’ sciatto concedere due gol, ma poi abbiamo cambiato un po’ la pressione e siamo andati avanti.

“Abbiamo creato occasioni già nel primo tempo, abbiamo continuato a credere in noi stessi ed è quello che chiedo. All’intervallo ho detto: continua a crederci e vinceremo questa partita”.

La vittoria avrebbe portato Villa a pari punti con la capolista Liverpool, ma nonostante la delusione, Unai Emery ha detto che la sua squadra ha imparato lezioni importanti mentre cercava di mescolarsi con squadre più affermate in cima alla classifica.

“Siamo delusi dopo il primo tempo, i primi 60 minuti per il controllo del gioco e per come abbiamo subito il (primo) gol con un errore al centro”, ha detto.

“Dopodiché l’atmosfera è migliorata molto per loro, spingendoli, sono saliti e abbiamo comunque reagito con buone possibilità per John McGinn e Leon Bailey.

“Quello è stato il momento chiave perché il Manchester United in casa, con i giocatori che ha e anche nel momento in cui si trova, non approfitta del punto.

“Dobbiamo capire in generale la prima parte della stagione che stiamo facendo. È stato fantastico, ma poteva andare meglio”.