Spel

EA ha licenziato lo sviluppatore di F1 Codemasters

Electronic Arts ha effettuato una serie di licenziamenti presso Codemasters, sviluppatore di giochi di corse con sede nel Regno Unito.

L’editore ha confermato i licenziamenti in una dichiarazione a IGN, anche se non ha detto quanti dipendenti saranno interessati dal trasferimento.

“La nostra attività è in continua evoluzione mentre ci impegniamo a fornire giochi e servizi incredibili che mantengano i nostri giocatori coinvolti, connessi e ispirati”, ha affermato un portavoce di EA.

“A volte ciò richiede che l’azienda apporti modifiche organizzative su piccola scala che allineino i nostri team e le nostre risorse per soddisfare le esigenze e le priorità aziendali in evoluzione.

“Continuiamo a lavorare a stretto contatto con le persone interessate da questi cambiamenti, fornendo loro il supporto adeguato durante tutto questo processo.”

EA ha acquisito Codemasters per 1,2 miliardi di dollari all’inizio del 2021, dopo aver superato un’offerta precedentemente accettata per l’acquisto della società fatta dal proprietario di Rockstar Take-Two.

L’acquisizione ha messo le licenze F1 e FIA ​​World Rally Championship di Codemasters, e le sue IP Grid, Dirt e Project Cars, sotto lo stesso tetto dei franchise Need for Speed ​​e Burnout di EA.

Discutendo la logica strategica alla base dell’accordo prima del suo completamento, EA ha affermato che creerà “un leader globale nell’intrattenimento di corse” e gli consentirà di “rilasciare nuove esperienze di corse ogni anno”.

L’anno scorso, il team Dirt 5 di Codemasters nel Cheshire è stato integrato nello studio Criterion Games di EA con sede nel Regno Unito “per creare il futuro di Need for Speed”.

Secondo quanto riferito, le due versioni più recenti di Codemasters, F1 2023 di giugno e EA Sports WRC di novembre, hanno avuto problemi commerciali.

EA ha ristrutturato i suoi studi in due organizzazioni, EA Sports ed EA Entertainment, all’inizio di quest’anno. Criterion successivamente cambiò divisione, dalla prima alla seconda, per lavorare sul franchise di Battlefield.

EA ha licenziato lo sviluppatore di F1 Codemasters

L’editore ha affermato che Criterion continuerà a lavorare sulla serie Need for Speed ​​sotto la guida del co-fondatore di Respawn Vince Zampella, che ora dirige gli studi responsabili di Apex Legends, dei suoi giochi Star Wars e Battlefield.

Le perdite di posti di lavoro nel settore dei giochi sono state diffuse nel 2023. Le aziende interessate dai licenziamenti quest’anno includono Embracer, Xbox Game Studios, Epic Games, Sony Interactive Entertainment, CD Projekt, Unity, Ubisoft, Riot Games, Blizzard, Crystal Dynamics, BioWare, Striking . Distanza, Team17, Frontier Developments, Telltale Games, Digital Extremes, Amazon e Digital Bros.