Spel

È tempo che Apollo Justice riscuota i suoi debiti

Il 2023 è stato un anno incredibile per i videogiochi, ma mentre attendo con ansia il 2024, c’è una cosa di cui sono particolarmente entusiasta: la possibilità per Apollo Justice di, forse, finalmente ottenere il credito che merita.

Apollo è come… non lo so, King? Allo stesso modo in cui seguire il sanguinario Luke Skywalker come protagonista è praticamente impossibile, così lo è seguire Phoenix Wright. Nel corso di tre giochi ricchi di testo e caratterizzazione per il suo protagonista, Phoenix ha rubato la scena. Ciò significava che quando Apollo arrivò nel 2007, aveva una montagna da scalare.

Ho sempre avuto la sensazione che neanche lui fosse arrivato in cima. Phoenix è ancora una parte importante della storia di Apollo: un po’ più rude e fuori dai giochi, il vecchio protagonista, ormai veterano, allena il nuovo. La sua figlia adottiva diventa la compagna di Apollo, interpretando il ruolo di Mia. In definitiva, il mistero principale del primo gioco Apollo ha a che fare con la conoscenza di cosa accadde a Phoenix tra la fine della sua trilogia e l’inizio di quella di Apollo.

E, cosa ancora più importante, alla fine del gioco, ricordo che la maggior parte dei fan aveva solo una domanda: quindi Phoenix tornerà come avvocato, giusto? Questo è esattamente quello che è successo: i due giochi successivi della seconda trilogia, intitolata ad Apollo, hanno diviso il carico di lavoro non solo tra lui e Phoenix, ma anche tra un terzo promettente avvocato, Athena Cykes.

Mi piace molto Atena e, come fan della trilogia originale (usando queste parole, il paragone di Star Wars sembra davvero appropriato), ovviamente amo Phoenix. Ma ho sempre pensato che Apolo finisse più che deluso.

Capcom ha fatto le mosse giuste, e sono disposto a scommettere che le decisioni siano arrivate dal creatore della serie Ace Attorney, Shu Takumi. Shu ha scritto la sceneggiatura e ha supervisionato il primo gioco di Apollo, ma non i due successivi. Di conseguenza, il primo gioco ha un aspetto più sicuro: disposto a differenziarsi, disposto a fare una forte affermazione sul sistema legale giapponese e disposto a esporre il ruolo di un protagonista abbastanza diverso con atteggiamenti e approcci divergenti alle cose.

L'iconico Ace Attorney

Non discutere. | Credito immagine: Capcom

I giochi successivi sono ancora affascinanti, ma senza Takumi nella squadra, hanno decisamente più voglia di continuare con lo status quo stabilito nella trilogia di Phoenix e tornare al famoso protagonista dei tempi del DS. Sono giochi fantastici, ma vorrei che l’attenzione si fosse concentrata esclusivamente su Apollo per un po’ più a lungo. Quando Edgeworth e Maya ritornano, i giochi sono, in una certa misura, solo i vecchi giochi di Phoenix.

Ma nonostante ciò, Apollo è comunque eccezionale in tutti e tre i giochi. Anche Atena. Entrambi sono degni successori a tempo pieno di Phoenix, anche se difficilmente la serie continuerà senza il suo protagonista originale. E ora che è passato più di un decennio dalle prime uscite del primo gioco Apollo, spero che il pubblico possa fare un passo indietro e rivalutare Apollo non all’ombra di Phoenix, ma come un brillante protagonista a pieno titolo. . .

I giocatori saranno presto in grado di fare questa valutazione. Apollo Justice: Ace Attorney Trilogy verrà lanciato praticamente su tutte le principali piattaforme il 25 gennaio.