FILM

“È ora di andare avanti”

Riepilogo

  • Il direttore Christopher Landon se ne andò Urla 7 tra le difficoltà dietro le quinte che circondano il film.
  • Lo studio ha licenziato l’attrice Melissa Barrera dopo aver pubblicato post sui social media a sostegno dei cittadini palestinesi, provocando la condanna di Spyglass da parte di oltre 1.000 artisti.
  • Anche la co-protagonista di Barrera, Jenna Ortega, non tornerà nel progetto.


Urla 7 ha perso il suo direttore. L’imminente sequel slasher, che avrebbe dovuto essere diretto da Buon Giorno della Morte È Strano il regista Christopher Landon, ha incontrato difficoltà. Melissa Barrera, che ha diretto i due capitoli precedenti del franchise, è stata licenziata dal progetto dopo aver condiviso post sui social media a sostegno dei cittadini palestinesi durante la guerra tra Israele e Hamas, una decisione dello studio con cui più di 1.000 artisti diversi hanno firmato una dichiarazione per condannare. Dopo la diffusione della notizia, è stato anche rivelato che la sua co-protagonista Jenna Ortega non sarebbe tornata a causa di una disputa sulla retribuzione.

Su Twitter, Cristoforo Landon ha scritto un post annunciando ufficialmente la sua partenza dal prossimo Urla 7. Dai un’occhiata qui sotto:

Landon rivela che lui “formalmente lasciato” il progetto “settimane fa“e questo è tuo”il cuore si è spezzato per tutti i soggetti coinvolti.”Mentre era”onorato di avere il più breve momento in cui crogiolarsi nella luce (Wes Craven e Kevin Williamson),”spera nell’eredità di Craven”prospera e si eleva al di sopra del rumore di un mondo diviso“senza il tuo coinvolgimento.


Ci sarà Scream 7?

Ghostface di Scream 6 tiene un coltello davanti a un proiettore

Al di là dello scioccante Urla 7 partenze del cast, il team creativo del film ha subito un’importante revisione creativa durante il suo sviluppo iniziale. Landon è stato originariamente assunto per sostituire i registi Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett, che avevano diretto i due film precedenti della serie. Gli sceneggiatori James Vanderbilt e Guy Busick erano ancora a disposizione per scrivere la sceneggiatura rivista per l’iterazione del film di Landon, ma non è chiaro dove si trovasse quella versione della sceneggiatura al momento della stesura.

Gridare (2022) e Urla 6 ha introdotto i personaggi di Melissa Barrera e Jenna Ortega, le sorelle Sam e Tara Carpenter.

Sembra probabile che Urla 7 sarà ancora fatto. Il sequel ha ancora solide prospettive finanziarie, poiché il film del 2022 ha incassato 138,9 milioni di dollari su un budget di 24 milioni di dollari e il suo seguito ha incassato 169 milioni di dollari su un budget di circa 35 milioni di dollari. Ci sono anche diverse star che potrebbero ancora tornare a seconda dello stato dei loro contratti, tra cui Jasmin Savoy Brown e Mason Gooding nei panni dei gemelli Mindy e Chad Meeks-Martin.

Tuttavia, questo Urla 7 il dramma dietro le quinte è aggravato dalla controversia sul caso Neve Campbell Urla 6 uscita dopo che le trattative salariali per la star che ritornava si erano bloccate durante lo sviluppo di quel numero. Qualsiasi sequel del franchise ora arriva con molteplici fonti di bagaglio, quindi è possibile che lo studio possa ritardare lo sviluppo del film fino al momento in cui alcuni di questi problemi non potranno essere risolti o il fervore del pubblico intorno a loro si placherà. Se un sostituto per Landon venisse annunciato rapidamente, potrebbe essere un’indicazione che lo studio intende andare avanti il ​​prima possibile.

Fonte: Cristoforo Landon/Twitter