SPORT

Deontay Wilder sorprende Joseph Parker e lascia in pericolo il Superfight con Anthony Joshua

Sabato Deontay Wilder è stato dominato da Joseph Parker in Arabia Saudita, perdendo la decisione convincente di lasciare in serio pericolo il suo superfight pianificato con Anthony Joshua.

Wilder ha perso 118-111, 118-110 e 120-108 all’evento Day of Reckoning a Riyadh, pochi istanti prima del combattimento di Joshua con Otto Wallin sullo stesso ring.

Sono in corso trattative per uno scontro tra i pesi massimi tra gli ex campioni del mondo Joshua e Wilder, con l’incontro previsto in Arabia Saudita nella primavera del 2024. Tuttavia, quel megaincontro è ora in serio pericolo dopo che Wilder ha perso per la terza volta nella sua carriera. , poiché Parker – un altro ex campione del mondo – è diventato il secondo uomo a battere Wilder.

Tyson Fury, compagno di squadra di Parker, è l’unico altro combattente a battere l’americano, che sabato ha fatto affidamento sulle sue forze come al solito ma non è arrivato vicino al knockout di cui aveva bisogno.

Il neozelandese Parker era in testa durante i round di apertura, anche se c’era poca produzione da parte dei pesi massimi, finché Parker non ha iniziato a prendere confidenza e a scaricare i suoi pugni.

Il 31enne ha così iniziato a costruire un solido vantaggio su Wilder e ha scatenato una feroce raffica di diritti alla mano e ganci sinistri sul 38enne all’ottavo round, minacciando di produrre un arresto scioccante.

Parker sferra un brutale overhand proprio su un deludente Wilder

(AFP tramite Getty Images)

La battuta d’arresto non è arrivata, ma nemmeno il recupero di cui Wilder aveva bisogno per ribaltare il vantaggio di Parker. Il neozelandese è sopravvissuto ai migliori sforzi di Wilder per ottenere una drammatica vittoria finale – come l’americano ha già fatto in precedenza – e ha raggiunto la campana finale con il suo considerevole vantaggio ancora intatto.

“Voglio solo esprimere molto rispetto per Wilder. Ci siamo allenati duramente per questo, abbiamo avuto lo slancio”, ha detto Parker sul ring dopo la più grande vittoria della sua carriera. “Ero molto in forma, calmo e rilassato, concentrato su ogni minuto di ogni round.

“Le persone avevano dei piani, ma questo era il piano di Dio. Buon Natale a noi. (È) una bella fine dell’anno. Dovevo stare attento tutto il tempo. Aveva una mano destra molto dura.

“L’attività mi ha aiutato enormemente, essendo continuamente nel campo e non perdendomi forma”, ha aggiunto Parker, dopo il suo quarto incontro dell’anno. “Questo è un avversario enorme, il più duro che abbia mai affrontato. Sono tornato indietro! Sono pronto a tutto e a tutto”.

Wilder ha poi stranamente suggerito di aver fatto abbastanza per vincere, ma ha ammesso: “Il mio tempismo era un po’ fuori tempo. José ha fatto un ottimo lavoro. Stasera niente scuse, bella litigata e si passa alla prossima.

Parker celebra la migliore vittoria della carriera con la sua squadra

(REUTERS)

“(Il piano era) mantenere la calma, tirare qualche pugno e preparare la mano destra. Il tempismo era sbagliato, ha fatto un buon lavoro evitando e schivando. Sentivo di avere un vantaggio”.

Quando gli è stato chiesto se parlare di un litigio con Joshua lo avesse distratto, Wilder ha detto: “Un po’, tanto, si parla di un sacco di cose diverse. Sono un combattente felice. Sono un guerriero, tornerò presto. E se no, allora è stato divertente e un piacere. Ringrazio tutti per il loro amore e supporto nel corso degli anni”.

Successivamente, il promotore di Joshua, Eddie Hearn, ha aggiunto: “Ho detto in anticipo, non valuto (Wilder). Wilder non ne aveva idea, nessuna idea. Ha perso ogni round. Alzò la mano e disse agli arbitri che aveva vinto l’incontro. Non ha ragione. Questa è la realtà.

“È stato il combattimento dei pesi massimi più unilaterale che abbia mai visto. Questo ha rovinato i nostri piani. Dobbiamo avvisare Anthony Joshua che Wilder ha perso contro Parker. Dobbiamo vincere questa battaglia (con Wallin) e dopo sono nervoso”.