SPORT

Cosa sono i paradenti intelligenti e come vengono utilizzati nelle Sei Nazioni?

Il secondo turno del Sei Nazioni ha avuto un momento storico in quanto il tallonatore scozzese George Turner è diventato il primo giocatore nella storia del campionato a essere rimosso dopo che il suo paradenti intelligente ha rilevato una collisione che avrebbe potuto causare una commozione cerebrale.

Turner è stato portato fuori dal campo durante la prima metà della sconfitta della Scozia contro la Francia a causa di una valutazione di un trauma cranico, dopo che il suo paradenti aveva allertato lo staff medico di un significativo evento di accelerazione della testa a seguito di un contrasto su Charles Ollivon. Il front rower ha superato la valutazione ed è tornato in campo.

I paradenti, noti anche come paradenti, sono stati incorporati nei protocolli VIS esistenti come un altro strumento progettato per supportare lo sforzo di migliorare il benessere dei giocatori, con particolare attenzione alle lesioni cerebrali.

I sensori all’interno del paradenti misurano gli impatti e le accelerazioni/decelerazioni della testa. Le normative attuali stabiliscono che per i giocatori di sesso maschile, un impatto superiore a 70 g e 4.000 radianti al secondo quadrato consiglierà una VIS. Per le giocatrici di calcio femminile il primo limite è inferiore: 55 g.

Il Sei Nazioni è la competizione di più alto profilo in cui la tecnologia è stata utilizzata dopo essere stata presentata al WXV in autunno. Si ritiene probabile un’implementazione più diffusa.

L’allenatore della Scozia Gregor Townsend ha detto dopo l’incidente di Turner che è necessario prestare attenzione per garantire che i paradenti siano indossati correttamente.

Il tallonatore scozzese George Turner è stato temporaneamente sostituito contro la Francia

(Immagini Getty)

Townsend ha detto: “Non credo che ci sia stato altro, ma dobbiamo solo guardare a cosa stiamo facendo qui introducendo tecnologia che potrebbe avere un’influenza per le ragioni sbagliate, per così dire.”

I paradenti sono forniti da Prevent, con World Rugby che annuncia un investimento di 1,7 milioni di sterline in ottobre per sostenere il lancio, dopo aver sostenuto diversi studi recenti.

Tutti i giocatori devono indossare i dispositivi per poter beneficiare di una valutazione fuori campo HIA1 durante la partita, che consente ai giocatori di tornare in campo se passano. Se un giocatore sceglie di non indossare un paradenti e subisce un sospetto trauma cranico, non potrà tornare in campo e sarà considerato sostituito definitivamente.

Resta inteso che tutti i 36 membri della squadra inglese indossano protezioni gengivali sia nelle partite che negli allenamenti e sono quindi idonei per la HIA1. Un portavoce di World Rugby ha affermato di non essere a conoscenza di alcun giocatore che abbia rinunciato al programma delle Sei Nazioni.

Aaron Smith tiene il paradenti mentre gioca per gli Highlanders in Nuova Zelanda

(Immagini Getty)

Qualsiasi giocatore che desideri richiedere un’esenzione può farlo tramite l’allenatore o il medico della propria squadra, con prove a sostegno dell’approvazione, come una giustificazione medica. Questi dovranno pervenire almeno due giorni prima della partenza.

Tra le squadre che in passato hanno beneficiato dell’uso della tecnologia dei paradenti ci sono gli Harlequins, che hanno utilizzato i dati dei loro paradenti Protecht per rinnovare, perfezionare e ridurre i carichi di allenamento durante la stagione vincitrice del titolo di Premiership 2021.