Spel

Cicli karmici in un labirinto spaziale demoniaco, disponibile da domani – PlayStation.Blog

I giochi indie sono noti per il loro approccio audace e spesso innovativo alla grafica e alla narrazione. Ultros è un nuovo titolo indipendente in arrivo su PS4 e PS5 il 13 febbraio. Il gioco è un’avventura fantascientifica contorta che si svolge nel tempo. È ricco di azione ad alto rischio, colpi di scena intelligenti su idee di game design classiche, narrazione ambientale intrigante e spesso inquietante e immagini pop-psichedeliche dai colori pazzeschi che ti fanno chiedere se il gioco sia arrivato con una propria luce nera incorporata.

Questa abbagliante avventura arriva su PlayStation per gentile concessione dello sviluppatore svedese Hadoque. Racconta la storia di un viaggiatore spaziale intrappolato in un loop temporale da incubo all’interno di uno strano e apparentemente demoniaco buco nero che funge da grembo di un indicibile orrore cosmico: il titolare Ultros.

Nelle parole del direttore del gioco Mårten Brüggeman, “È un’avventura platform di fantascienza psichedelica, un’esperienza basata sul combattimento e sul giardinaggio. Solleva anche molte domande esistenziali se ti immergi, mentre esplori il sarcofago dell’astronave e cerchi di capire di cosa sia una metafora e cosa contenga al suo interno.

Combatti o incoraggia

Ultros è fondamentalmente un gioco di ricerca e azione in cui esplori una mappa in continua espansione che si apre sempre di più man mano che acquisisci più abilità di navigazione e combattimento. È un genere di giochi indie popolare e Ultros lo espande con alcuni colpi di scena unici incentrati sui concetti dei cicli karmici: creazione e distruzione, riproduzione e morte.

“È un gioco basato sulle decisioni”, spiega Brüggeman, “in cui puoi scegliere di giocare in modo distruttivo o costruttivo e le decisioni che prendi cambiano la tua interpretazione delle tue azioni nel gioco”.

L’ambiente trasuda minacce ultraterrene, che richiedono combattimenti esperti per neutralizzare le varie forme di vita ostili. La varietà è una grande enfasi qui. Ultros ti incoraggia a utilizzare un arsenale diversificato di mosse in modi divertenti e creativi per eliminare i nemici: schivare e colpire, attacchi in salto e persino lanciare nemici in aria per trasformarli in un’arma a proiettile vivente.

“Vogliamo sforzarci di sembrare intimi e viscerali per enfatizzare la distruzione, rovinando l’equilibrio tra disgregazione e costruzione all’interno del ciclo attuale. Ci siamo concentrati sui movimenti, costringendoti a stare vicino a loro per combatterli: sono parte integrante di ciò che volevamo fare, l’intensità e l’intimità del combattimento uno contro uno.

Quando i tuoi nemici cadono davanti a te, lasciano cadere ogni sorta di bottino commestibile, la cui qualità varia a seconda dell’abilità del tuo colpo mortale. Mangiare questi avanzi non è solo un ripristino della salute: ti fornisce nutrienti preziosi, permettendoti di accedere agli aggiornamenti dell’albero delle abilità nelle Capsule di salvezza, che migliorano le tue abilità di movimento, combattimento e navigazione.

Ma se mangiare carne misteriosa ti mette un po’ di nausea, c’è un altro modo per procurarti sostentamento: coltivare i semi che trovi sparsi nei giardini e poi mangiare il frutto di quella pianta. Ad aiutarti nelle tue attività orticole è il tuo Estrattore, un dispositivo speciale che acquisisce numerose abilità durante il gioco.

Le piante che crescono nel tempo lasceranno una serie di vantaggi, come la creazione di piattaforme per percorsi alternativi e rendendo la pianificazione e la cura dei tuoi giardini una parte essenziale del gioco. Brüggeman spiega: “Tutti i semi hanno capacità e regole diverse su come crescono. Parte dell’avvio del tuo giardino è sapere come funzionano queste diverse piante e come si influenzano a vicenda e sul mondo che le circonda.

Brüggeman continua. “Con queste risorse di gioco, puoi mangiare tutto ciò che trovi e questo rafforza la tua alimentazione, come un sistema di punti esperienza. Ma è anche l’aspetto economico di come funziona l’ecosistema del gioco. Quando prendi qualcosa da una pianta, la stai rubando. Ma puoi ricambiare piantando semi. Quando uccidi creature come un tipico eroe del gioco, rubi la loro vita e il loro ecosistema. “Volevamo dare la possibilità nel nostro gioco di non essere quel tipo di eroe.”

Oh sì, c’è un altro elemento critico nei giardini: rimangono anche quando un ciclo temporale cancella tutto e ti rimanda al punto di partenza.

Facciamo di nuovo il tunnel temporale

Sì, Ultros è un gioco costruito attorno a un ciclo temporale e puoi fare molto prima di essere costretto a ricominciare da capo. Potresti essere stato abbastanza fortunato da conservare alcune abilità del ciclo precedente. Ma la cosa più importante è che tu abbia la conoscenza che hai acquisito nel tuo ultimo tentativo. E ehi, quelle piante di cui ti sei preso cura? Potresti essere sorpreso di vedere cosa ne è stato di loro.

“Uno dei concetti fondamentali attorno ai quali abbiamo costruito il gioco è la filosofia del ciclo karmico: ciò che fai in una vita costituisce ciò che sarà la tua prossima vita. In questo gioco abbiamo una meccanica di loop temporale che rappresenta la rinascita del nostro personaggio e del nostro mondo. Quindi una delle decisioni principali che puoi prendere nel gioco è se prenderti cura o meno del mondo in cui ti trovi. Se lo costruisci, il giardino diventa parte del mondo in cui abiti e ti prendi cura di queste piante. “È il modo in cui puoi far evolvere il mondo di gioco.”

La presenza della scelta del giocatore tra questi cicli temporali suggerisce molteplici conclusioni alla storia di Ultros. Quando ho chiesto informazioni a Brüggeman, ha detto: “Ci sono più finali, questo posso dire. Il loop temporale è più basato sulla trama che sulla meccanica, quindi puoi esplorare uno scenario “e se facessi questo?”, che si collega anche alla filosofia di un ciclo karmico. Vogliamo che i giocatori rivivano eventi e scenari, ma siano in grado di vederli da diverse prospettive. “Hai l’opportunità di prendere di nuovo la decisione, ma da un’altra prospettiva.”

Un vertiginoso universo di colori

Lo stile artistico caratteristico del gioco deriva dall’art designer El Huervo, noto per il suo lavoro sulla classica serie indipendente Hotline Miami. Le immagini sono ricche di contrasti, sia nel colore che nel tema: in un’area sarai circondato da un ambiente pieno di escrescenze appiccicose e pulsanti simili a visceri, ma solo un percorso più in là, scoprirai un luogo che non sembra a differenza di un’elegante cattedrale europea.

“Descriverei lo stile artistico di Ultros come la pittura rinascimentale che incontra i fumetti e Jackson Pollock”, afferma Brüggeman. “Lo stile di El Huervo si è sviluppato nel corso degli anni. “È fortemente ispirato dall’artista francese Moebius, ma anche dall’artista e studioso di zoologia tedesco Ernst Haeckel.”

Anche le immagini svolgono un ruolo importante nella storia e nell’atmosfera. “Mentre esplori durante il gioco, scopri a cosa serviva il sarcofago e cosa gli è successo. Cercherai di capire chi erano i suoi abitanti originari e come ciò si collega all’oscurità che si trova al suo interno.

Diciamo che sei pronto per un’avventura visivamente sbalorditiva con combattimenti intensi, molta esplorazione, costruzione di mondi ambientali e un loop temporale che mette alla prova il tuo approccio ai giochi di azione e avventura. In tal caso, ti consigliamo di avventurarti nel sarcofago. Ultros farà il suo debutto il 13 febbraio.