Spel

CEO di NVIDIA: ogni paese ha bisogno di un’intelligenza artificiale sovrana

Ogni paese deve possedere la produzione della propria intelligenza, ha detto lunedì il fondatore e CEO di NVIDIA Jensen Huang ai partecipanti al vertice del governo mondiale a Dubai.

Huang, che ha parlato durante una chiacchierata con il ministro dell’intelligenza artificiale degli Emirati Arabi Uniti, Sua Eccellenza Omar Al Olama, ha descritto l’intelligenza artificiale sovrana, che sottolinea la proprietà di un paese dei propri dati e dell’intelligence che produce, come un’enorme opportunità per i leader del mondo.

“Codifica la tua cultura, l’intelligenza della tua società, il tuo buon senso, la tua storia; possiedi i tuoi dati”, ha detto Huang ad Al Olama durante la loro conversazione, momento clou di un evento a cui hanno partecipato più di 4.000 delegati provenienti da 150 paesi.

“Sottoscriviamo pienamente questa visione”, ha detto Al Olama. “Ecco perché gli Emirati Arabi Uniti stanno andando avanti in modo aggressivo nella creazione di grandi modelli linguistici e nella mobilitazione dell’informatica”.

L’apparizione di Huang negli Emirati Arabi Uniti avviene mentre lo stato del Golfo si sta muovendo rapidamente per trasformarsi da potenza energetica in un hub globale di tecnologia dell’informazione.

Dubai è l’ultima tappa di Huang in un tour mondiale che ha incluso incontri con leader provenienti da Canada, Francia, India, Giappone, Malesia, Singapore e Vietnam negli ultimi sei mesi.

Il Medio Oriente è destinato a trarre benefici significativi dall’intelligenza artificiale, con PwC che prevede una spinta di 320 miliardi di dollari per l’economia della regione entro il 2030.

Al vertice di lunedì, Huang ha esortato i leader a non lasciarsi “turbare” dall’intelligenza artificiale. La capacità senza precedenti dell’intelligenza artificiale di ricevere istruzioni dagli esseri umani comuni rende fondamentale per i paesi abbracciare l’intelligenza artificiale, infondendola con le lingue e le competenze locali.

In risposta alla domanda di Al Olama su come potrebbe avvicinarsi all’intelligenza artificiale se fosse il leader di una nazione in via di sviluppo, Huang ha sottolineato l’importanza della costruzione di infrastrutture.

“Non è così costoso o difficile”, ha detto Huang. “La prima cosa che faresti, ovviamente, è codificare la lingua, i dati della tua cultura nel tuo modello linguistico ampio.”

E con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale e dell’elaborazione accelerata, le GPU NVIDIA sono diventate una piattaforma per un’innovazione dopo l’altra.

“La GPU NVIDIA è l’unica piattaforma disponibile per tutti su qualsiasi piattaforma”, ha affermato Huang. “Questa ubiquità non solo ha democratizzato l’intelligenza artificiale, ma ha anche facilitato un’ondata di innovazione che va dal cloud computing ai sistemi autonomi e oltre.

Tutto ciò promette di dare il via a nuovi tipi di innovazioni che vanno oltre ciò che è stata tradizionalmente considerata tecnologia dell’informazione.

Huang ha addirittura contraddetto il consiglio offerto da molti visionari nel corso degli anni che spingevano i giovani a studiare informatica per poter competere nell’era dell’informazione. Non più.

“In effetti, è quasi esattamente il contrario”, ha detto Huang. “Il nostro compito è creare tecnologie informatiche che nessuno debba programmare e il cui linguaggio di programmazione sia umano: ora nel mondo tutti sono programmatori; questo è il miracolo.”

Con una mossa che sottolinea ulteriormente la spinta regionale dietro l’intelligenza artificiale, Moro Hub, una filiale di Digital DEWA, ​​il braccio digitale della Dubai Electricity and Water Authority, focalizzato sulla fornitura di servizi cloud, sicurezza informatica e soluzioni per città intelligenti, ha annunciato lunedì che ha accettato di costruire un data center verde con NVIDIA.

Oltre alla chiacchierata davanti al caminetto, il vertice ha presentato pannelli sulla mobilità intelligente, lo sviluppo sostenibile e altro ancora, mostrando gli ultimi progressi nel campo dell’intelligenza artificiale. Più tardi quella notte, Huang e Al Olama sono saliti sul palco dell’evento dell’ecosistema “Get Inspired”, organizzato dall’Ufficio AI degli Emirati Arabi Uniti, che ha visto la partecipazione di 280, tra cui sviluppatori, startup e altri.