SPORT

C’è convinzione: Jamie George è fiducioso che l’Inghilterra migliorerà durante il Sei Nazioni

Jamie George ha insistito sul fatto che l’Inghilterra è pronta ad affrontare i grandi battitori del Guinness Sei Nazioni dopo che il Galles è stato battuto 16-14 a Twickenham.

L’Inghilterra è rimasta sotto 14-5, ma ha reagito con una meta di Fraser Dingwall e due rigori di George Ford – il secondo calcio decisivo al 72° minuto – ottenendo due vittorie in altrettante partite.

Solo l’Irlanda resta in corsa per lo Slam, ma la competizione si fa più dura per gli uomini di Steve Borthwick, con la Scozia prossima a Edimburgo, prima di concludersi con lo scontro con la Francia e i campioni in carica di Andy Farrell.

“C’è fede. Abbiamo avuto una buona opportunità di riposarci un po’ nella settimana di riposo e poi concentrarci sul miglioramento perché sappiamo che dovremo migliorare andando a Murrayfield”, ha detto George.

“Le basi che abbiamo gettato ci hanno permesso di credere in quello che stiamo facendo e di credere nello stile inglese. Vogliamo continuare quello che stiamo facendo e continuare a crescere”.

Alla domanda su come affrontare Scozia, Francia e Irlanda, George ha detto: “Non penso che sia un grande salto.

“Ovviamente abbiamo tre partite difficili davanti a noi, ma non credo che siamo nelle condizioni di dire che serva un salto di qualità per migliorare il carico.

“Siamo due su due, abbiamo fatto bene e sappiamo che abbiamo ancora molta crescita nella squadra, quindi il nostro obiettivo è assicurarci di ottimizzare tutto ciò”.

L’Inghilterra ha mostrato resilienza nel portarsi in vantaggio nonostante abbia subito un rigore a metà tempo sul 6-0 e abbia visto Ollie Chessum ed Ethan Roots mandati nel cestino dei peccati, con cartellini gialli sovrapposti che li hanno ridotti a 13 uomini per cinque minuti.

“Questa è una squadra che continua a lottare e che trova una strada. Ci sono stati miglioramenti rispetto all’Italia dello scorso fine settimana? Sì, penso che ci fosse”, ha detto l’allenatore Borthwick.

“Il lavoro che svolgiamo ogni giorno sta dando i suoi frutti. Ma la lezione più grande qui è il tratto che i giocatori stanno sviluppando in se stessi che si ripercuote nel combattimento.

“Ho sempre sentito da parte dei giocatori che ci fosse fiducia per trovare la strada per raggiungere il risultato.

“Prima della Coppa del Mondo, avevamo notato che la prestazione dell’Inghilterra nel secondo tempo era peggiorata rispetto al 2018. Lo scorso fine settimana e qui abbiamo visto la prestazione migliorare costantemente”.

Mentre l’Inghilterra ha costruito un record del 100%, il Galles è andato nella direzione opposta, perdendo contro la Rosa Rossa e la Scozia per un totale complessivo di soli tre punti.

Se avessero mostrato più compostezza nel secondo tempo, avrebbero potuto registrare la prima vittoria a Twickenham dal 2015.

“È davvero molto deludente. Sono orgoglioso della prestazione e dell’impegno dei giocatori, ma siamo delusi per non aver ottenuto la vittoria”, ha detto l’allenatore Warren Gatland.

“Fa parte del viaggio che stiamo intraprendendo in termini di sviluppo come squadra. Ho detto ai giocatori che non siamo ancora arrivati ​​a quel punto, ma che d’ora in poi saremo un’ottima squadra.

“E questo faceva parte di quel processo in termini di apprendimento sulla gestione del gioco. Sono molto orgoglioso dello sforzo.

“Ci sentivamo davvero bene all’intervallo e non ci sentivamo sotto pressione. In alcune occasioni non abbiamo ottenuto il green nel secondo tempo e questo è il rugby”.