SPORT

Anthony Joshua ammette che la sua carriera è stata persa sabato contro Otto Wallin

Anthony Joshua ammette che non ci sarà “nessun futuro” se non riuscirà a sconfiggere Otto Wallin nel “Giorno del Giudizio” sabato in Arabia Saudita.

Il due volte campione del mondo punta a vincere il suo terzo incontro nel 2023, dopo aver già registrato vittorie su Jermaine Franklin Jr e Robert Helenius all’inizio dell’anno, mentre cerca di tornare ai vertici della divisione dei pesi massimi.

Joshua ha avuto tre sconfitte in carriera fino ad oggi, Andy Ruiz Jr ha inflitto la sua prima sconfitta nel 2019, prima che Oleksandr Usyk lo battesse per i titoli dei pesi massimi IBF, IBO, WBA e WBO in due occasioni.

Il 34enne capisce che la sconfitta potrebbe essere dannosa per il suo futuro nello sport.

Ha detto in una conferenza stampa: “So dove sto andando nella mia vita, ma devo dire che questo è un punto di controllo e se non riesco a superarlo non c’è futuro, quindi sono totalmente bloccato con questo. Otto Wallin e portare a termine il lavoro.

“Pura concentrazione sabato, con il cuore, l’anima e ogni cellula del mio corpo concentrati su Otto Wallin e sapendo cosa posso fare.”

Joshua sembrava concentrato sulla preparazione per il combattimento e ha spiegato che ha solo una cosa in mente.

Sono qui per combattere, non sono qui per festeggiare

Antonio Giosuè

Ha aggiunto: “Cerco di fare un buon lavoro e cos’altro posso dire, farò un buon lavoro.

“Sono qui per combattere, non sono qui per festeggiare, voglio fare bene e mettermi pressione perché voglio vincere, ho quel desiderio di vincere e voglio anche far male al mio avversario.”

Il combattente svedese Wallin, 33 anni, ha subito solo una sconfitta nella sua carriera, perdendo di poco contro Tyson Fury nel 2019, ma da allora ha vinto tutti e sei i suoi incontri.

Wallin promette di vincere l’incontro sabato e non pensa che sarà un ‘sconvolto’ se lo farà.

Ha detto: “È una grande lotta e una grande opportunità. Ho lavorato duramente per essere qui e ora è il momento di cogliere l’attimo, vincere la battaglia e andare avanti.

“Vincerò la battaglia e non dovrebbe essere una sorpresa, è naturale ed è il mio momento, sono felice di essere qui. Cerco solo di essere me stesso, la gente dice che parlo molto, ma rispondo semplicemente con quello che sento, e non sto cercando di inventare nulla, è vero, se alla gente non piace, va bene, ma è vero.”

Deontay Wilder affronta Joseph Parker nel co-main event della serata in una card che prevede otto combattimenti.

Wilder ha ottenuto 42 delle sue 43 vittorie per KO e insiste che farà lo stesso sabato.

Ha detto: “Sono venuto qui per fare quello che so fare meglio, è qualcosa che mi viene naturale e ho intenzione di farlo di nuovo. Non battere ciglio, tesoro, bam, buonanotte.

“Sono venuto per fare quello che so fare meglio ed è quello che i tifosi vogliono vedere, nessuno vuole vedere un combattimento di 12 round e noi siamo dei pesi massimi e dei duri, vogliono vederci combattere e poi andare a festeggiare. Al giorno d’oggi il mio nome si chiama Doctor Sleep.”

Parker ha promesso di mettere in scena uno spettacolo per i presenti.

Ha aggiunto: “Ho avuto un grande ritiro e sono arrivato a questa lotta con un ottimo piano di gioco, una grande strategia e rispetto per Wilder, ma sono qui per fare un lavoro e per vincere.

“Abbiamo un grande campo e le persone coinvolte, ma quando arrivo lì allestirò una mostra”.